15 agosto 2013

22° RADUNO AUTO MOTO STORICHE T.E.A.M.S. FRIULI - presso festeggiamenti di VIDULIS - 28 luglio 2013

INTRODUZIONE

Contattati dal gentilissimo presidente del T.E.A.M.S. Friuli ancora nel lontano gennaio 2013, Stile Alfa Romeo , è stato invitato come club a partecipare a questa manifestazione, che ha raggiunto il traguardo, con questa edizione appena conclusa, delle 22 primavere a VIDULIS.
Un significativo risultato, degno di nota, in quanto ben poche realtà possono vantare un'attività cosi' tanto longeva e soprattutto ricca di partecipanti provenienti da vari club regionali e non solo.


Nonostante i nostri numerosi impegni - intesi come eventi da noi organizzati - abbiamo ben volentieri accettato la proposta di dar una mano alla logistica nella fase della partenza allo staff del T.E.A.M.S. Friuli seguendo le loro specifiche istruzioni: una mano se si puo' darla, ben volentieri e soprattutto aiuta a stringere nuove amicizie per vedere nuovi orizzonti in ambito regionale.
Dopo due incontri, una riunione a Bertiolo presso la nostra sede di Udine, ed una nella sede ufficiale del loro club a Campoformido a fine giugno, per metterci d'accordo sulle varie fasi del raduno e sul come/dove intervenire, ci si è dati appuntamento a domenica 28 luglio 2013, per condividere nuovamente la passione dei motori di nuovo in un raduno di tipo multimarca storico e d'epoca.
Noi dobbiamo prima di tutto ringraziare non solo l'Associazione che gestisce i festeggiamenti di Vidulis, ma anche proprio tutto il Direttivo e staff del T.E.A.M.S. Friuli per la calorosa accoglienza che ci è stata riservata, per il gentile trattamento riservatoci e per aver anche messo il nostro logo ufficiale di club nella locandina dell'evento. Siamo stati veramente contenti di aver partecipato e condiviso una realtà diversa dalla nostra, tipicamente Alfista, ma intrisa di passione e di divertimento, organizzata da persone corrette e leali. Non dimentichiamo all'interno di questa giornata l'importante ruolo svolto dal MOTO CLUB BIKERS TAGLIAMENTO, che in maniera impeccabile hanno saputo gestire al massimo - sotto un caldo estenuante, che non dava tregua - la delicata gestione dell'attraversamento degli incroci.

Un domenica per noi "diversa", in quanto incentrata sulla cultura del compianto Abarth, leggendario personaggio che dette filo da torcere a moltissimi "big" dell'Automobilismo mondiale con le sue stupende realizzazioni: ma noi da amanti della cultura dei motori a 360°, abbiamo di buon grado colto l'occasione non solo di esserci ma anche di apprendere qualcosa in piu' per il nostro piacere personale.
Anche se noi adoriamo il culto del Sacro Drago, perché per una giornata, non acculturarsi con i seguaci del mito del Leggendario Scorpione?... ;-)


Stile Alfa Romeo, dove c'e' Passione, dove ci sono eventi motoristici intriganti, è presente: anche se quel giorno del 28 luglio scorso fummo costretti a dividerci in due delegazioni di rappresentanza: una presente qui appunto a Vidulis, ed una in missione a Belluno, presso gli Amici dell'Alfa Romeo Club Belluno: un evento irrinunciabile per noi Alfisti.
Cosi' abbiamo deciso di partecipare - come richiesto da regolamento della manifestazione - con la nostre Alfa Romeo storiche e d'epoca, a Vidulis ed inviare a Belluno le nostre Alfa Romeo moderne e contemporanee: sicuramente nessun club Alfa Romeo qui in Regione è capace di gestire con la dovuta sensibilità queste situazioni di coincidenza di date di raduni.
E' da sottolineare questo importante aspetto in quanto molto spesso, quando si organizza i propri raduni ci si dimentica che per tutta la stagione non si è partecipato proprio (o ben che vada con uno o due equipaggi forse...)  a quelli degli altri: questo sicuramente non contribuisce a dare una bella immagine del proprio club in primis, e in seconda battuta a creare quel clima di unione e condivisione di interesse per i motori, fin troppo spesso sbandierato a voce/internet ma non applicato sul campo dai fatti.

Da precisare anche che per noi di Stile Alfa Romeo, oltre che la giornata del 28 luglio divisa tra Vidulis e Belluno, ci sarebbe stata in programma la partecipazione alla 1° ed Raduno Auto d'Epoca presso il Festival di Majano la domenica successiva 4 agosto e la 5° ed. Auto & Moto d'Epoca di Ronchi dei Legionari, all'interno dell'Agosto Ronchese. Una terna di domenica molto impegnative e molto dure, alle quali abbiamo voluto presenziare come da programma senza farci intimidire o scoraggiare dal caldo, in quanto avevamo dato la nostra parola nell'esserci sul campo, e come sempre la diamo, sempre ci piace mantenerla.

Vogliamo vedere invece come sono andate le cose in quel di Vidulis la scorsa domenica 28 luglio 2013?...


DESCRIZIONE RADUNO

Gli eroi di questa domenica, la prima della terna dell'inferno afoso che mai ci saremmo aspettato avesse dominato la scena, sono stati:

- Il Duca & Darione su A.R. 75 TS 2.0 RIAR;
- Zampa & Vanessa su A.R. 75 TURBO QV ASN om. RIAR;
- David su A.R. 75 TS 2.0 RIAR;
- Enrico/Cic su A.R. 75 TURBO QV ASN om. RIAR;
- Giacomo su A.R. 75 EVOLUZIONE;
- Cris & Samy su A.R. 2.0 Bertone (1a uscita ufficiale stagionale!!!);

La delegazione di rappresentanza di Stile Alfa Romeo - come da accordi convenuti - ha preso parte alla partenza da VIDULIS e non da Campoformido, sede del Club T.E.A.M.S. Friuli: abbiamo assistito cosi' all'arrivo di svariate auto storiche e d'epoca presso l'area dei festeggiamenti per le iscrizioni presso l'apposito punto di accredito.


Presenti anche un discreto numero di Alfa Romeo di altri club locali fra cui quello delle Ruote del Passato, sicuramente un punto di riferimento importantissimo per il panorama Regionale. Una bella sorpresa vedere qui degli equipaggi loro soci.
La parte del leone, com'era giusto d'altronde aspettarselo, l'han fatto le numerosissime FIAT 500 che hanno iniziato ad arrivare da ogni dove ed in diversissimi allestimenti suscitando l'interesse di molti presenti, come sempre d'altronde accade per queste icone del mondo dell'automobilismo storico.


Le iscrizioni si sono svolte con tranquillo afflusso fino alle 10.30, momento della partenza - e di sincronizzazione con l'arrivo degli altri equipaggi iscritti dalla sede di Campoformido  - disposto dall'organizzazione del raduno. Dopo esserci regolarmente schierati ed atteso alcuni minuti in prossimità del punto convenuto, ci siamo perfettamente "agganciati" alla colonna dei mezzi provenienti da Campoformido, precedentemente già partiti, per formarne una ancora piu' lunga con tutti quelli che si erano appunti iscritti presso l'area dei festeggiamenti di Vidulis di cui noi stessi facevamo parte.


Il percorso per arrivare alla "Fattoria delle ABARTH" viene magistralmente gestito dai ragazzi del  MOTO CLUB BIKERS TAGLIAMENTO, che hanno saputo farci arrivare tutti assieme presso il luogo designato per l'interessantissima sosta. Un impegno rilevante lungo gli oltre 70 km di percorso che ci hanno diviso dal punto di partenza a quello designato per la sosta ed il relativo rientro.


Frutto e brillante idea di un privato, questa struttura è il puro frutto dell'iniziativa derivante dalla passione per il marchio del celebre eclettico e poliedrico genio che fu Abarth: una struttura veramente ricca ed interessante di gioielli esposti sia come automobili...

.. che sotto forma di ogni sorta di oggetto ricollegabile allo Scorpione pungente, nella fattispecie una quantità impressionante di motori e cambi perfettamente conservati, pulitissimi in ogni loro parte ed esposti a far bella mostra di sè...


..particolare cura ai dettagli come i porta-coppa dei motori realizzati a formi di originalissimi - non a caso - aracnidi in acciaio dipinto di rosso...;-) Veramente un'idea originale e di grande impatto, soprattutto per gli estimatori del marchio: queste piccole sculture nate dalla fervida fantasia del loro autore hanno riscosso un grandissimo successo ed indice di gradimento.


Una menzione d'onore al furgone Abarth servizio corse clienti esposto all'esterno...curato in ogni sua parte ed in un'impeccabile stato di conservazione...


...con tanto di brillanti propulsori sorretti da cinghie di cuoio al suo interno, su una moquette sgargiante..


..la passione veramente trasuda da ogni angolo di questa "Fattoria delle Abarth" e nel mentre che i vari gruppi visitano la struttura, che non è tanto capiente - questo bisogna riconoscerlo - gli altri effettuano una rinfrescante sosta all'esterno.


Sosta ovviamente condita dal buonumore e dal piacere di stare assieme fra di noi, dal condividere la giornata in compagni e sfruttare anche l'occasione per rivedersi dopo una settimana di lavoro - sempre tenendo alto la bandiera del nostro club sul campo di tutta la Regione.
Il tempo è tiranno anche in questa occasione e dobbiamo rimetterci in marcia verso la strada che ci riporterà verso l'area dei festeggiamenti di Vidulis stesso, per ricollocare in esposizione tutti i mezzi dei partecipanti.


Il pranzo si svolge sulla lunga durata pomeridiana fino ad arrivare alla parte cerimoniale dedicata alle premiazioni. Dapprima un significativo discorso del Presidente dell'Associazione dei Festeggiamenti di Vidulis per ringraziare tutti coloro che sono intervenuti sia partecipando, sia ai fini organizzativi dell'evento a questa ricorrente manifestazione che da anni è presente nel tessuto del territorio locale, essendovi diventata una costante fissa di riferimento.

Abbiamo avuto l'onore come associazione, assieme al  MOTO CLUB BIKERS TAGLIAMENTO, di esser personalmente chiamati a raccolta dal megafono del Presidente del T.E.A.M.S FRIULI per ricevere dei graditi ringraziamenti per l'aiuto apportato alla manifestazione. Siamo contenti di aver dato un nostro piccolo contributo, che non ci è costato alcun sforzo, ai fini organizzativi ed anzi siamo noi a ringraziare questa associazione che da anni si batte sul territorio organizzando eventi per gli appassionati delle Fiat 500 spostandosi anche in Austria ed in Slovenia, per averci invitato.


Ringraziamo per il pensiero speciale che ci hanno dedicato e per le belle parole spese nei nostri confronti e siamo onorati di ricevere in premio anche il trofeo messo in palio come club piu' numeroso quel giorno in ex equo con un altro club di zona. Una bellissima soddisfazione, inaspettata ma altrettanto gradita a testimonianza di quanto ci teniamo ad esser presenti sul nostro tessuto regionale per propagandare il Marchio Alfa Romeo, anche in raduni a carattere multimarca storico come questo.

CONCLUSIONI

Una bellissima soddisfazione anche - e soprattutto - per tutti coloro i quali, oggi presenti con condizioni di caldo ed afa davvero pesanti, hanno scelto di partecipare, tenendo fede all'impegno di club preso a gennaio: la concomitante data di Belluno, ci ha "separato" in due delegazioni ma non potevamo che mantener la parola data ad entrambe le associazioni, sia per una questione di rispetto e fair play che di amicizia che ci lega alla realtà Bellunese stessa, alla quale siamo molto legati.


Una bellissima soddisfazione per la prima uscita ufficiale di elementi del nostro direttivo avvalorato dalla presenza dei neo nominati come Cris per la sezione Trieste e David per quella di Pordenone. Non poteva iniziare in maniera piu' consona questo lungo cammino, appena intrapreso con compiti di grande responsabilità già per l'immediato futuro della nostra associazione.

L'afa ed il caldo l'hanno fatta da padrona ma nessuno dei nostri "ha mollato" il colpo concedendosi magari un'alternativa - sicuramente piu' gradevole - come una giornata al mare, credendo fermamente nei valori di club serio che siamo e rispettando gli impegni presi questo inverno prima dell'avvio della stagione 2013.
Siamo orgogliosi di questa ennesima prova sul campo e la settimana dopo, ci saremmo ripetuti in quel del Festival di Majano..ma quella è un'altra recensione! ;-)


LINK FOTO ALBUM STILE ALFA ROMEO CLICCATE QUI

LINK FOTO ALBUM T.E.A.M.S. FRIULI ( DA FACEBOOK)  CLICCATE QUI


13 agosto 2013

5° Raduno di auto & Moto d’Epoca - RONCHI DEI LEGIONARI (GO) - 11 agosto 2013 - VENI VIDI VICI

INTRODUZIONE & RICORDI DEL PASSATO 

Stile Alfa Romeo ha partecipato in forma ufficiale alla 1a edizione del 2009 e 2a edizione del 2010 di questo evento che si è sempre svolto all'interno del complesso della manifestazione "Agosto Ronchese", organizzata dalla PRO LOCO di Ronchi dei Legionari, che come figura di riferimento ha sempre avuto il sig. Renzo Bidut.

Due edizioni che videro la nostra partecipazione in maniera massiccia a livello numerico di equipaggi e contraddistinta dal solito spirito di intraprendenza vitale ed attivo sul campo per rappresentare i colori del Marchio che noi amiamo, l'Alfa Romeo. Nella prima edizione il tema del raduno era proprio la nostra amata Alfa, via via poi per esser "aperto" anche ad altri marchi del gruppo FGA, come FIAT e LANCIA appunto nella seconda edizione stessa. Erano altri tempi, il nostro club era frequentato anche da non graditi personaggi che ora vaticinano da altri siti WEB: il fatto che non ci siano piu', non dispiace minimamente, anzi, ci ha permesso di crescere, migliorarci e diventare quello che oggi orgogliosamente siamo, senza peccare di presunzione alcuna, in quanto di credenziali della nostra associazione ce ne sono eccome a testimonianza.


Purtroppo, a causa della pubblicazione di spiacevoli parole, sottintese nell'esser rivolte nei confronti della nostra associazione, da parte proprio di questi non graditi personaggi, che hanno avuto l'interesse di fomentare divisioni e separazioni, la nostra scelta coerente, matura e responsabile fu quella di non partecipare nè alla 3a nè alla 4a edizione: ciò per non causare nessuna polemica, per non incitare nessun clima di tensione - che magari proprio gli autori delle sopracitate righe avrebbero voluto scoppiasse - nè passare per dei provocatori, proprio noi che siamo stati esplicitamente provocati.
E' da dire che ci aspettammo una smentita a queste parole da parte di chi avrebbe potuto, e dovuto, farlo, cioè il presidente del club organizzatore: ma non arrivò mai, nonostante sapesse cosa fosse successo. Sono scelte di cui prendemmo atto: il mondo ha un cielo grande per tutti, anche per persone che scelgono questa maniera di agire: basta prender altre strade, com'e' stato fatto.
Da precisare anche che vennero menzionate frasi e termini come "inscalfibile il rapporto di stima ed amicizia che legava il club organizzatore e la Pro Loco di Ronchi".
Lasciammo che le sopracitate parole ci scivolassero sopra come l'olio sull'acqua, in quanto sapevamo che a breve, il tempo è galantuomo e ci avrebbe dato ragione dei FATTI.


I FATTI  (infelici...) sono stati che  il rapporto è stato molto piu' che scalfito - molto probabilmente - a fronte di una estrema ridotta affluenza di equipaggi (oltre ai nostri,anche di altri...) sia nella 3a e 4a edizione, la gestione di questa 5a edizione è stata coraggiosamente affidata ad un altro club organizzatore, gli amici de LE LEGGENDARIE, capitanate dal collaudato Davide Selva, nostra piacevole conoscenza: già al solo sentire che sarebbe stato lui ad organizzare l'evento, ha incassato sulla parola la fiducia nel partecipare, eccome, dai piu'! Un difficile testimone da raccogliere, una difficile prova quella di rinvigorire un evento che oramai sembrava irrimediabilmente compromesso nell'ambiente: la sola notizia del rinnovato cambio di gestione porta nel mondo degli appassionati la voce a correre sul filo del passaparola, delle email, delle telefonate e di tutto cio' che la comunicazione moderna oggi puo' offrire. Signori...una 80na di equipaggi non si iscrivono per caso dopo che nelle due precedenti edizioni si sfiorarono 35 iscritti circa! ;-)


Saputo del cambio della gestione, abbiamo mantenuto la nostra parola data al gentile sig. Bidut - cioè di ritornare, quando la gestione sarebbe cambiata o perlomeno smentite le parole al vetriolo da pagine WEB, sottintese verso di noi: con la nostra solita coerenza si è deciso di ritornare a partecipare, per festeggiare quel Marchio che amiamo lontano da veleni, dissapori e con toni di festa. Argomenti che noi portiamo concretamente e non a parole.


Vediamo allora finalmente assieme com'e' andata in quel di Ronchi, domenica 11 agosto scorso? Anche in quanto sulle pagine WEB che eravamo abituati a leggervi le cronache dei due anni passati non v'e' traccia alcuna, e cio' fa pensare, (unito al fatto che chi vi prendeva sempre parte non s'e' proprio fatto vedere), che non aveva intenzione di reclamizzarlo via WEB questo evento, sin l'anno scorso sempre invece fin troppo sbandierato.

[le immagini delle Alfa Romeo di cui sopra si riferiscono alla PRIMA edizione del 2009 - ndr]



DESCRIZIONE GIORNATA

Giornata di Agosto dominata da un caldo torrido, afoso e diabolicamente persistente: sinceramente dopo i temporali delle 48h precedenti su gran parte della Regione, non ce lo saremmo aspettato cosi' già pronto e reattivo nel non darci tregua e mordere gli organi meccanici della nostre Alfa Romeo.
Raduno aperto alle sole vetture di interesse storico e d'epoca: un peccato non aver potuto far condividere la giornata ai soci dotati di vetture di lista chiusa RIAR, che godono di un riconoscimento di interesse collezionistico o definibile come "istant classic", ma abbiamo deciso di rispettare integralmente lo spirito della manifestazione per rispetto ed amicizia.


Ritrovo per quelli di Stile - come è sempre stato nelle prime due edizioni del raduno - presso l'attiguo centro commerciale "Emisfero" di Monfalcone, per poi procedere in colonna unita verso l'area dei festeggiamenti di Ronchi, verso le 9.15 circa, prima del termine delle iscrizioni previste inizialmente per le 9.30 - ma a causa del forte afflusso, sono state inevitabilmente spostate per permettere a tutti di poter participare.







48 mesi dopo e stessa foto...un ricordo personale che abbiamo voluto immortalare, proprio per testimoniare il nostro ritorno a Ronchi dalla porta principale, questa posa del nostro Enrico/Cic : tra l'altro ci sarà propizio ma lo scopriremo soltanto nel tardo pomeriggio, durante la parte cerimoniale. Gli eroi della giornata di oggi, di questa ultima terna di raduni di auto di interesse storico/d'epoca - intercalatisi nelle ultime tre domeniche consecutive - sono:

- David l'Alfista Pazzo Molin su A.R. 75 T.S. RIAR;
- Zampa & Vanessa su A.R. 75 QV ASN om. RIAR;
- Duca & Duchessa con Darione su A.R. 75 T.S. RIAR;
- Dennis su A.R. Giulia GT 2000;
- Enrico CIC su A.R. 75 QV ASN om. RIAR;
- Randy the Animal su A.R. Alfetta 2.0;
- Il Poppa su A.R. 6 allestito camper ASI;

Delegazione di ben 7 equipaggi di Stile Alfa Romeo: equipaggi che possiedono un'Alfa Romeo di interesse storico certificata RIAR o ASI e non "presa in prestito" per partecipare ai raduni che prevedono ed impongono tale condizione. Proprio questo è un punto interessante che ci fa riflettere: l'esistenza di personaggi sgraditi, grandi testimonial dell'Alfa, che "amano le storiche" ma che se le devono far prestare per poter esser ammessi ai raduni: ti piace vincere facile, per usare il jingle di una nota pubblicità, per ovvi logici motivi... ;-)
E soprattutto non confondiamo i termini tecnici "interesse storico" con "interesse collezionistico", dopo la legge del 19 marzo 2010, a cui rimandiamo chi spesso con troppa sicurezza sbandiera delle vetture non ultraventennali come appunto la prima sopracitata categoria..occhio alla cattiva informazione, occhio all'incompetenza, occhio al lasciar correre le dita sulla tastiera e parlare di delicate definizioni al di fuori della propria portata cognitiva. ;-)
Stile Alfa Romeo: facciamo parte di quei pochi club dove è tutto frutto della passione dei Soci, tutte le autovetture storiche che appartengono a loro, tutto sudore della loro fronte il tenerle in eccellente stato di conservazione. E noi andiamo d'accordo con chi la pensa come noi e che agisce coerentemente come noi.


Dopo circa 20 minuti di attesa, entra in scena l'ultimo equipaggio, proprio quello del Poppa, a bordo del maestoso A.R. 6 allestito camper - una scelta di campo e diversa, per pepare e colorare il panorama tipico del raduno stesso. Sicuramente un'attrattiva Alfa Romeo che ben pochi club regionali possono vantare: noi possiamo solo che esser orgogliosi della Passione di questo nostro socio nel restaurarlo per portarlo agli antichi fasti!


Si arriva a Ronchi tutti uniti, in colonna, come sempre nelle prime due edizioni - abbiam fatto. Addirittura il gentile Davide Selva ci riserva un'intera ala del parcheggio, a noi dedicata per posizionare le nostre Alfa Romeo a far bella mostra di sè: un ringraziamento anche per questa nota di sensibilità.
Veniamo accolti con un sorriso anche dal sig. Renzo Bidut, che tra l'altro ci ha gentilmente invitato ad usufruire del buono colazione compreso nell'iscrizione stessa, abbiamo iniziato benissimo questa giornata all'insegna della Passione e del Caldo - due elementi che saranno profondamente legati per tutto l'arco della giornata.


Esemplari presenti di ogni specie ed alcuni in eccellente stato di conservazione, a prescindere dalla fede che pervade i cuori, davanti a questi gioielli non possiamo che esternare ammirazione, vere e proprie icone degli anni 90 che furono, vere leggende del rally e dell'asfalto - ma anche nei semplici parcheggi del sabato sera, perché no?...chi non le ha amate o desiderate?




A scanso di equivoci di stampo polemico, ricordiamo che già la 3a e 4a edizione registrarono l'apertura a vetture del Gruppo FGA come LANCIA e FIAT, ma non si videro di sicuro neanche un quarto di quelle viste interamente qui ieri, e le foto ne sono la miglior diretta testimonianza. Cio' per evitare un discorso di riscontro numerico positivo di questa edizione da imputarsi alla sola apertura a tutte le marche, prima non considerata. Certo è che l'apporto della nutrita schiera di altri marchi ha contribuito, anche notevolmente a rilanciare un evento che questi numeri non era piu' abituato a sostenere.


Presenza di SPLENDIDI esemplari di vetture USA, come grandi classici del passato e muscle car hanno saputo catturare - con coreografici equipaggi vestiti a tema hanno letteralmente infiammato il clima mattutino, ma non dimentichiamoci della nostra bandiera principale: quella che brucia nei nostri cuori non è l'afa del torrido agosto ma la Passione per l'Anonima, ed ecco che ci scaldiamo ancora di piu' nel vedere splendidi esemplari come questa splendida SS...


..rossa, bellissima ma soprattutto Alfa Romeo.Congratulazioni doppie e vivissime: piu' tardi scopriremo anche il perchè: ma restiamo a respirar livree rosse e ammiriamo quest'altro esemplare...


..bello è riduttivo, bello rende l'idea..magnifico da il senso dell'entusiasmo nel vederlo in movimento ed udirne il suono prodotto piu' tardi. Le parole, a volte non bastano per descrivere le emozioni che si provano nel contemplare gioielli simili sia fermi che in movimento!
L'agognato momento della partenza arriva finalmente e tutti insieme, coordinati da una buona motostaffetta di motociclisti - che hanno incessantemente lavorato sotto un caldo opprimente - , ha il suo via tra festosi colpi di clacson e uno stuolo di fotografi che non si voglion lasciar perdere dopo anni, un corteo cosi' ricco, bello e corposo!


E così via, diretti per splendidi panorami turistici verso il Museo Ford - Gratton: una stupenda meta, spesso dimenticata, dove abbiamo potuto visionare delle bizzarre vetture modificate con idee originalissime come potete evincere dalle foto quivi riportate!


Molti aneddoti e molte storie da raccontare, molti pezzi da visionare minuziosamente che l'oretta scarsa di sosta concessa non permette di fare come si dovrebbe: ottimo motivo di ritornarci,eccome, ma con piu' dovuta calma per assaporarne meglio il valore della collezione esposta e non solo costituita da automobili ma anche da apparecchiature radio-telegrafiche et similia.


Dei veri e propri oggetti che narrano la storia delle telecomunicazioni dall'era pionieristica, fino ad oggi: non proprio un comparto pertinente all'automobile ma ugualmente interessante! Unito al fatto che l'attrattiva per noi maniaci dei motori è l'automobile, sicuramente un posto da visitare ed in cui perdersi molte ore ad ammirare tutto cio' che vi è esposto...


Il tempo, ma anche la canicola, son tiranni e nonostante l'assenza di un punto di ristoro nei pressi del Museo, ha un po' innalzato il livello di sete delle nostre gole e noi Alfisti ci siamo congedati all'esterno, una volta terminata l'interessantissima visita (che sicuramente merita un approfondimento nell'immediato breve futuro -ndr), ci siamo raccolti attorno all'A.R.6 per avvalerci dell'ospitalità del Poppa che ha messo a disposizione sia bibite fresche che caffè!!


Non ci si perde mai d'animo e siamo sempre attrezzati per qualunque evenienza: tempo di gags, relax e chiacchiere ancora per i minuti che siamo rimasti fermi e poi via, si riparte verso San Floriano ed il suo SPLENDIDO PANORAMA mozzafiato!


Veramente magnifico il panorama del percorso scelto e vale la pena se le nostre vecchiette devono sorbirsi una salitaccia a marce basse: il panorama di cui potremo godere, una volta arrivati in cima, è veramente notevole e che lascia senza parole.


Viene effettuata una sosta per la verifica dell'integrità dei mezzi e purtroppo si deve constatare il cedimento di un manicotto di una vettura. Nonostante i tempestivi soccorsi, purtroppo dovrà esser parcheggiata che non intralci la circolazione, ma non sarà con noi all'arrivo: grande spirito di solidarietà e di fair play da parte di molti partecipanti che hanno aiutato il proprietario della vettura nel momento di difficoltà.


Ci sono state anche altre prestigiose vetture che hanno subito un forte stress meccanico a causa delle elevate temperature di questa pazza estate, ma grazie al cielo, non ci lasciamo alle spalle altre vittime. Il tempo di ricontrollare tutto per bene e la breve sosta puo' ritenersi terminata..è l'ora di soddisfare l'appetito che si fa sempre piu' sentire, con una sosta ristoro presso un ottimo agriturismo, non prima di esser scesi per altri meravigliosi tornanti e curve che ci regalano piu' di qualche sorriso di piacere per il panorama da cui sono circondati.


Sosta presso un agriturismo che ha saputo preparare degli ottimi affettati che sono andati letteralmente a ruba: sia per la bontà che complice l'insorgere dell'appetito di molti partecipanti. Occasione per ristorarsi e rinfrescarsi dall'afoso caldo che ci attanaglia ed occasione anche di conoscersi meglio e perchè no, anche di ritrovarsi dopo moltissimo tempo!


La colonna di mezzi storici riparte con rinnovato vigore e slancio verso la meta finale di Ronchi dei Legionari, presso l'area dei Festeggiamenti, per consumare il pranzo all'interno del comprensorio dell'Agosto Ronchese. Un pranzo che sarà accompagnato alla fine da un lungo momento cerimoniale, dove verranno consegnati numerosi premi in palio, oltre che un originale gadget ricordo della manifestazione realizzato artigianalmente ad ogni singolo partecipante.


Facciamo i nostri piu' sinceri complimenti proprio a Roberto per la sua Alfa Romeo SS, sicuramente una fra le piu' ammirate - al punto di meritarsi il 1° posto per la miglior auto d'epoca della manifestazione - il Best of Show - che non si vede spesso in un raduno multimarca storico qui in regione - invece ad una splendida Fiat Balilla perfetta in ogni suo dettaglio.


Noi di Stile Alfa Romeo siamo felicissimi di riuscire a portar a casa per la 3a domenica consecutiva, il trofeo di Club piu' numeroso, con ben 7 equipaggi appunto in delegazione. Un risultato di cui andiamo fieri in quanto dimostra l'unità, la compattezza , coerenza e costanza di un gruppo che sia quando si parla di Alfa Romeo storiche, d'epoca o contemporanee è l'interlocutore in questa Regione.


Festeggiamo con gioia, goliardia e con piacere questo trofeo ringraziando l'intera organizzazione della Pro Loco di Ronchi, nella figura del sig. Renzo Bidut e dello staff de LE LEGGENDARIE, capitanate da Davide Selva. Buon lavoro dei motociclisti che sotto questo caldo hanno dato il massimo: grande afflusso di pubblico felice ed entusiasta. Entusiasmo che ha continuato anche nelle ore successive alla fine dell'evento, propagandosi con commenti positivi sulla bacheca FB de LE LEGGENDARIE stesse.
A questo punto, contiamo sul fatto che se "se squadra vincente non si cambia", non si faccia un passo indietro e si continui su questa strada anche per le edizioni future!Si ha bisogno di qualità e di entusiasmo in questo mondo dei motori!


CONCLUSIONI & RIFLESSIONI

Un trofeo che per noi di Stile, ha un alto valore simbolico, perché è la piu' concreta e diretta risposta sul campo, coi fatti, a delle dita che sono scivolate sulla tastiera due anni fa per scrivere scemenze, ma che domenica non si son fatte nemmeno vedere, dopo aver sostenuto questo evento con clamore per interesse personale al fine di dividere il panorama Alfista locale.


Chiudiamo questa fase di riflessioni "bevendo" dell'acqua: non solo per rinfrescarci dal caldo, ma anche per concludere con una chiosa finale - breve ed incisiva - che si ricollega ad un'infelice espressione di "occupare Trieste" (usata nel descrivere la pseudo recensione della 4a edizione dai soliti noti-ndr) : VENI VIDI VICI e tutto il resto ce lo beviamo - appunto.

FOTO ALBUM CLICCATE QUI



AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required