24 settembre 2013

50° AUTODELTA : LE LEGGENDE TORNANO IN PISTA - EVENTO RIAR A MONZA 21 e 22 settembre 2013 -

DESCRIZIONE EVENTO








































LINK UFFICIALE SITO RIAR: http://www.riar.it/it/node/337 [testi proprietà del RIAR

Luogo: Autodromo Nazionale Monza
Il RIAR a Monza per il cinquantesimo Autodelta Un evento imperdibile per tutti gli Alfisti. 21 - 22 settembre 2013

Le leggende tornano in pista: un grande evento per festeggiare il Cinquantesimo dell’Autodelta organizzato dal Registro Italiano Alfa Romeo International Club e da Automobilismo Storico Alfa Romeo, Museo di Arese.

L’appuntamento è il 21 e 22 settembre all’Autodromo Nazionale Monza, proprio su quegli asfalti che hanno visto nascere e crescere la leggenda sportiva e la passione della nostra amata Alfa Romeo. Per celebrare il mezzo secolo di vita di quello che per oltre vent’anni è stato il reparto corse del Biscione, non vi è modo migliore che riportare in pista – tutte assieme – le vetture che hanno corso, vinto e tenuta alta la bandiera dell’Alfa Romeo sui circuiti e le strade di tutto in mondo, in ogni categoria. Dalle leggendarie Tipo 33 – che hanno dominato due Campionati del Mondo – alle indimenticabili GTA. Dalle Giulia TZ e TZ2 alle Formula 1 e Formula Indy. Dalle monoposto di Formula 3 e Formula Alfa Boxer alle Alfasud Trofeo. E l’elenco sarebbe ancora lungo, comprendendo vetture da Turismo, da Rally, Sport e GP.


Tutte accomunate dal marchio orgogliosamente portato sul cofano e dalla passione con cui oggi i proprietari le custodiscono e mantengono in efficienza a conferma di uno stile e di una eccellenza tutti italiani. Provengono infatti da tutto il mondo le vetture che faranno riecheggiare sull’asfalto della “loro” Monza le sinfonie dei propri motori. Con 4, 6, 8 o 12 cilindri ! Fianco a fianco – ruota a ruota – con i famosi esemplari del Museo Storico Alfa Romeo. E con loro, in questo evento eccezionale, anche le splendide vetture della Scuderia del Portello e del Museo Collezione “Cafè Velocità” del noto pilota e appassionato Gianni Giudici Per i partecipanti e gli appassionati sarà un grande evento, eccezionale e probabilmente irripetibile, per rivivere forti emozioni insieme agli uomini e ai piloti dell’Alfa, di ieri e di oggi, per il pubblico un’occasione straordinaria per ammirare, vedere, sentire le Alfa Romeo da competizione che hanno scritto la storia dell’automobile. Tutte insieme e tutte nel loro habitat naturale: la pista.

FOTO ALBUM STILE ALFA ROMEO

1° FOTO ALBUM - LINK DIRETTO CLICCATE QUI



2° FOTO ALBUM - LINK DIRETTO CLICCATE QUI



3° FOTO ALBUM - LINK DIRETTO CLICCATE QUI




12 settembre 2013

12° International Alfa Romeo Treffen - LIEZEN - AUSTRIA - SABATO 7 settembre 2013

INTRODUZIONE ALL'EVENTO

Stile Alfa Romeo lo scorso anno ha avuto il grande piacere di entrare in contatto con il club Alfa Club Spirito Sportivo di Liezen, capitanato dal grande Peter Eibler. Unico club monomarca del panorama austriaco che realizza un evento completamente dedicato alle Alfa Romeo e non assieme ad altri marchi motoristici italiani, come accade spesso in Austria, appunto: un club che anche in questa edizione del proprio evento ha saputo stupirci offrendo una giornata INCREDIBILE. Divertimento allo stato puro mixato a panorami mozzafiato l'hanno fatto da padrone:certo, ci sarebbe stata anche la grande prova di regolarità da affrontare - inframezzata da quattro prove speciali - ma noi l'abbiamo presa, questa volta, come un'opportunità per scorrazzare tutti assieme sulle Alpi Austriache come non mai, complice anche la bellissima giornata.


Peter Eibler, un grande personaggio, un grande Presidente: un grande Alfista! Ha saputo dar smalto ed interesse anche a questa edizione internazionale che ha visto equipaggi austriaci, tedeschi, italiani e sloveni: nella zona dell'Alpe Adria ci riconosciamo oramai da parecchio tempo e ci fa piacere che dopo l'exploit di Stile Alfa Romeo - presente all'11° edizione - piu' di qualcuno si sia deciso a partecipare decidendo di vedere e conoscere qualcosa di diverso. Di diverso e molto, molto interessante.

Torniamo allora a domenica scorsa, collegando la mente ai piacevoli ricordi che ci hanno saputo regalare i nostri Amici Austriaci?....

DESCRIZIONE EVENTO

Stavolta Stile Alfa Romeo ha deciso di partecipare con ben cinque equipaggi, quindi gli eroi dell' ennesima domenica Alfista - ed estera - sono i seguenti:

- Duca & Duchessa su A.R. 33 Giardinetta 4X4;
- Andrea e Nicola su A.R. 147 GTA;
- Alessandro e Darione su A.R. GT 1.9 JTD;
- Gianni Mauro Baccarin (con Brigitte Moch) su A.R. GTV SPIDER 2.0. TS
- Roberto & Simonetta su A.R. GTV 2.0 TS;



Partenza e viaggio, tirato, alle 6.30 dall'autogrilli di Zugliano UD SUD, scelto come punto di ritrovo, per  un totale di 4 ore e relativi 400 km: non sono mancati piccoli imprevisti come camion che sorpassano al rallentatore (e ci si chiede il perché?) o gli assurdi limiti delle autostrade austriache a 100 km/h, completando con troppo placidi automobilisti che creano colonne sulla statale..ma alle 10.15 arriviamo a Liezen, giusto in tempo per esser gettati nella mischia delle iscrizioni, per il rotto della cuffia! Soltanto Gianni, proveniente da Padova, era già sul posto ad attenderci avendo seguito un percorso diverso, a lui piu' agevole, visto la rilevante differenza chilometrica rispetto al resto del gruppo.


Rocambolesca entrata in scena di Stile Alfa Romeo quindi, tipicamente italiana: all'ultimo minuto, con grande clamore ma con grande divertimento: atmosfera di reale gioia rivedersi dopo un anno, dopo un lungo anno di attesa per non soltanto rivivere questo momento ma anche per rivedere volti amici, conosciuti all'epoca.
Iscrizioni al fumilcotone: la lingua? No problem: tra inglese scolastico ed un rispolverato tedesco dal cassetto ce la facciamo a comunicare piu' che agevolmente con i gentilissimi membri dello staff del club Alfa Club Spirito Sportivo. Siamo pronti a schierarci e non solo, riusciamo a cogliere la bellezza delle vetture in fase di partenza, direttamente dal nastro.


La formula adottata è la stessa dell'anno scorso: una prova di regolarità su un percorso di circa 100km, intervallata da quattro prove di abilità extra, a carattere goliardico ai fini di aumentare il divertimento dell'intera giornata. Ovviamente non solo ci è stato fornito un dettagliatissimo roadbook ma pure i personali consigli di Peter Eibler, che ci ha sempre aiutato e stato accanto in ogni momento della giornata durante i nostri pellegrini spostamenti nel territorio austriaco, sapendo sempre dov'eravamo posizionati.


Evento - come tutti quelli esteri, ovviamente - aperto a TUTTE LE ALFA ROMEO: eventi come piacciono a noi, non limitati solamente allo pseudo storico - spesso forzatamente spacciato per tale a tutti i costi - o d'epoca. Tutte le Alfa Romeo unite, tutte le Alfa Romeo insieme: magico clima e magica atmosfera sul campo: equipaggi tedeschi, italiani, austriaci e sloveni tutti presenti per divertirsi all'insieme del Marchio che amano, senza patemi storici, senza alcun pregiudizio tecnico, senza nessuna paturnia filosofica-costruttiva.



Per la partenza e disposizione delle Alfa Romeo dei partecipanti, è stata chiusa la via principale del centro città di Liezen: veramente uno spettacolo partire da questa deliziosa cittadina, sotto gli occhi del pubblico presente...


Sicuramente, per la stupenda giornata che ha dominato tutto il dì, i piu' fortunati sono stati proprio gli equipaggi che si sono goduti il magnifico panorama delle strade scelte dalle loro Alfa Romeo Spider: le strade ed i panorami scelti per questa edizione sono stati letteralmente straordinari. Ogni curva riservava dietro di sè uno spettacolo intriso di meraviglia, un panorama incantevole, degli sfondi da cartolina...


Le foto molto probabilmente non rendono giustizia a questi incantevoli paesaggi che abbiamo avuto il piacere di attraversare durante tutto il corso della giornata, ma ci proviamo lo stesso ad incantarvi ed a catturare la vostra voglia di Alfa Romeo in Austria con questi scatti realizzati dalla nostra videocamera on-board una delle nostre Alfa partecipanti...


Sicuramente gli scenari l'hanno fatta da padrona, senza ombra di dubbio alcuno: sia decidiate di partecipare ad una prova di regolarità, sia decidiate di partecipare ad un raduno Alfa Romeo, sia decidiate di regalarvi un week end di totale relax, immersi in un'armonia di paesaggi incredibilmente splendidi.


L'inebriante serie di tornanti,curve e rettilinei ricomincia..i quattro equipaggi di Stile collaborano al 100% in perfetta sintonia di scambio dati ed info di navigazione:si gioca in squadra mai uno contro l'altro ed arriviamo cosi' perfettamente sempre assieme ai vari punti della prova speciale...


La prima prova è prettamente di regolarità:affrontare un piccolo passo di montagna alla velocità costante di 43 km/h e non si potrebbe di piu' d'altronde. Strada panoramica ma strettina che costringe - col solo buon senso - a non forzare la mano.


Alla fine ci ritroveremo tutti e quattro al delizioso paese dall'altra parte del versante attraversato, per un'improvvisata ITALICA sosta caffè targata Stile made by Poppa...thanks come sempre: è lui a pensare a questi dettagli, di cui gli siamo veramente grati e grazie a Darione per le ottime fette di torta prese prima del viaggio..!!Un coffee break degno dei campioni: resterà ad memoriam, per molti versi e fattori!
Ripartita l'allegra comitiva, si fa rientro a Liezen per la prova speciale "Big Foot", dove si doveva far un giro della fontana pubblica indossando delle gigantesche pantofole di legno che andavano a creare non poche difficoltà di manovra, per riuscir a compiere l'impresa...


...chi piu' agevolmente, chi meno, tutti ce la fanno. Se Dex ed il Duca dimostrano qualche intrinseca difficoltà è da dire che sfoggiano una parimenti capacità di equilibrismo non indifferente: Sandro ed il Poppa sicuramente riescono molto meglio di loro. In ogni caso tutti ce la facciamo e via di getto alla prossima tappa, dove ci aspetta la 2° prova speciale, su un divertentissimo quadriciclo d'epoca, rispolverato appositamente per quest'occasione! Stupende emozioni ci ha regalato questo dolce mezzo d'altri tempi!


Qua la cosa peraltro sembrava facile, ma non lo era affatto!!! :-) Il lunghissimo piantone dello sterzo ci da quell'inversamente proporzionale senzo di imprecisione all'aumentare delle pedalate: il Duca e Dex adottano una tattica conservativa, soprattutto per le loro ossa, mentre il Poppa e Sandro vanno all'assalto dell'Attack Time! ;-) Nulla da dire: divertimento che è regnato SOVRANO per tutte le esibizioni dei nostri. Gianni, essendo partito prima rispetto a noi, non l'abbiamo visto ma di sicuro deve aver tirato numeri pure lui!


Cogliamo l'occasione per mangiare qualcosina e riprendender fiato...d'altronde molti di noi sono in piedi dalle 5.00, nemmeno con la colazione in corpo e sono già le 12.00 passate. Con le nostre Alfa Romeo schierate in posizione di "pausa" ci rifocilliamo con un leggero pasto a base di wiener schnitzel e ceasar salad austriaca...


Nulla da dire, signori e signore: non solo l'erba del vicino è piu' verde in Austria ma pure il dolce lato culinario e conviviale ci tenta in queste terre..ma ora non possiamo piu' indugiare e dobbiamo assolutamente ripartire per raggiungere la 4° tappa, quella che si rivelerà per il Giardinato la piu' dura..la scalata di un passo con una pendenza superiore al 20%, roba da far venire il fiatone al piu' accanito ed allenato degli Alpinisti..


Il Giardinato non tira le marce, apre il riscaldamento interno come ultima risorsa per smaltire calore ma l'inesorabile spia rossa dell'acqua si accende! Si decide via radio di proseguire visto che la ventola funziona e di arrivare su fino in cima nonostante sembra non finire mai! Panico sotto controllo nel procedere lentamente e costantemente in 2a marcia fino alla vetta sotto i 3000 giri e scatta l'immediata assistenza prevista dall'organizzazione vedendoci in difficoltà: trattasi semplicemente del tappo vaschetta liquido raffreddamento che non "tiene piu'" ed ha fatto fuoriuscire un mezzo litro di liquido su per la salita, essendo andato in ebollizione. Niente di tale: si aspetta il raffreddamento a cofano aperto per poter operare poi, in seguito - a temperatura smaltita - a verifica di tenuta manicotti e radiatore, con aggiunta di liquido stesso già miscelato, pronto all'uso, sempre con sè durante queste missioni.

In questa fase ringraziamo sia il gentilissimo addetto del carro attrezzi, un meccanico molto esperto, un ragazzo simpaticissimo accompagnato dalla sua splendida famiglia, che i nostri Nicola (super esperto di 33..il mago della categoria) che Sandro per il soccorso immediatamente prestato.
Intanto avviciniamoci alla prova del "Robin Hood": abbiamo a disposizione tre colpi, solo tre, per riuscire a centrare il bersaglio...

Prova divertentissima ed interessante: non c'e' che dire. A nostra disposizione un gentilissimo trainer che ci indicava passo passo, anche ai neofiti, come eseguire al meglio la prova: i risultati non sono tardati ad arrivare e non è andata male, anzi!
Il successo pieno è stato quello di aver evitato di centrare con un dardo il nostro fotografo ufficiale di questa giornata, Darione.


Una nota proprio per Darione, che alla pari di Sonia, si prodiga sul campo, spesso sacrificando il suo vivere personale il raduno, per poterci regalare magnifici scatti: essi sono e saranno la memoria fotografica stessa del nostro club negli anni a venire. Un speciale ringraziamento a questa straordinaria persona, ai nostri fotografi sul campo presenti in ogni dove ed in ogni come: loro non chiedono 10€ per una foto, come fanno la totalità degli altri sul campo. Ma ricordate sempre il loro impegni e tributatene il giusto riconoscimento. Vale molto piu' di 10€, siatene certi.


Col Giardinato  OK, pronto alla lotta con tenuta dei manicotti e del radiatore ad hoc, temperatura scesa a 60°C e via, si procede in discesa proprio con lui in testa - in maniera che si becchi quanta piu' aria fresca possibile - ma forse anche come un ariete di sfondamento? Non lo sapremo mai, ma intanto tutto sembra procedere al meglio ed in effetti cosi' è!Il Giardinato affronta a man bassa tutta la serie di tornanti inallendo un ritmo di marcia costante: temperatura sugli 80°C che si stabilizzerà poi al massimo fino ai 90°C e via..tutto prosegue meravigliosamente!


Elemento roadbook FONDAMENTALE per noi di Stile: nonostante la grande disponibilità degli organizzatori, abbiamo dovuto seguire il percorso leggendo solo il prezioso testo e dobbiamo dire che ce la siamo cavata piu' che bene!Anzi, interagendo fra noi e confrontandoci non abbiamo avuto nessun problema a raggiungere le varie tappe e questo è un punto che vogliamo sottolineare in quanto in molti potrebbero "prender paura" nel non aderire a questa tipologia di eventi, ma state tranquilli: non è affatto cosi' e ci si solo che diverte, non ci si perde mai! ;-)


Si procede così direttamente senza alcun problema fino all'aeroporto del FLUGPLATZ immerso nelle Alpi Austriache, dove si svolgerà la tradizionale prova di accelerazione/regolarità annuale, magistralmente gestita con strumentazione a fotocellula..


...la prova consisteva nell'effettuare due volte lo stesso percorso (un tratto dritto di strada) con rilevazione a fotocellula del punto di partenza e di quello dell'arrivo. I tempi dovevano essere - semplicemente - i piu' simili possibile cioè avere meno scarto possibile uno dall'altro.. piu' semplice di cosi'!;-)


La prova puo' essere svolta sia come semplice regolarità, a bassa velocità, sia sfogando tutta la cavalleria di cui si è dotati: tanto siamo in totale sicurezza sulla pista di un aereoporto , tutta chiusa per noi!


La vista della vallata in cui è racchiuso l'aereoporto è semplicemente meravigliosa: al nostro arrivo il sole era ancora alto nel cielo, ma man mano che passavano le ore...


...uno stupendo tramonto dava vita alle sagome allungate delle ombre delle nostre Alfa Romeo, rendendo il tutto intriso di un dolce romantico fine, a questa giornata eccezionale. Le prove di accelerazione e regolarità sono state condite da bellissimi episodi e sessioni dove si sono uditi ed apprezzati i melodiosi suoni dei propulsori Alfa Romeo a noi tanto cari e che non smettiamo mai di ricordare e citare...


..tutti i 50 partecipanti con i loro boxer , V6 , bialbero e Twin Spark tutti declinati sia a 8 che a 16 valvole si sono esibiti in questa prova: a noi piace chiamarli cosi'. A noi piace sentirli sul campo e vederli in azione, non fermi e statici nei box. Le Alfa Romeo qui sono libere di esprimere le loro emozioni e le loro performance: sono libere di esprimere il loro DNA piu' profondo...


Terminata la sessione di prova, tutti i partecipanti sono stati invitati alla cena di fine evento, con annessa l'immancabile parte cerimoniale dove si sono svolte le premiazioni sia della prova di regolarità con le quattro prove speciali, sia la sola prova di accelerazione/regolarità sulla pista dell'aereoporto stesso.


Da ricordare che il campione in carica per quanto riguardava la prova da effettuarsi sulla pista dell'aereoporto stesso, era proprio il nostro Nicola (che per un problema di manutenzione ordinaria sulla sua 33 Permanent, non ha potuto difendere in prima linea il titolo e per questo non presente con lei sul campo in questa edizione -ndr) che come da tradizione dell'Alfa Club Spirito Sportivo, ha dovuto passare il testimone, la coppa stessa, dalle sue mani a quelle del vincitore di questa edizione.


Bellissimo momento ricco di savoir fair e di fair play, magistralmente diretto da Peter Eibler al microfono: il nuovo vincitore, risulterà il campione da battere alla prossima edizione. Prossima edizione alla quale noi saremo sicuramente presenti, sicuramente ancora sul campo e sicuramente entusiasti di rivivere non per portare a casa il trofeo ma per trascorrere una meravigliosa giornata, splendidamente organizzata da questi Amici nelle Alpi Austriache!



CONCLUSIONI

La giornata è letteralmente VOLATA e trascorsa nei migliori dei modi: tre equipaggi dei nostri decideranno di rientrare a casa immediatamente in serata e vi far ritorno verso le 23.30/00.00 circa. Altri due equipaggi rientreranno l'indomani, avendo scelto la formula del pernottamento tra il sabato e la domenica stessa: una maniera alternativa per rilassarsi e visitare anche la vicina cittadina di Admunt , celebre per la sua splendida abbazia con annessa biblioteca storica e museo di storia natale: spunti culturali che non mancano mai nei nostri raduni e che danno la possibilità di vivere il Marchio al massimo della sua espressione.


L'indomani saremo anche a pranzo direttamente con gli organizzatori dell'evento: un pranzo dove abbiamo parlato a lungo e molto di future idee, progetti e condivisione di moltissimi pensieri a riguardo del panorama Alfista internazionale. Di sicuro l'unità d'intenti e di vedute dei nostri reciproci club non rimarrà confinata a questo evento, ma è destinata a dare ricchi frutti negli anni a venire! ;-)


Noi non possiamo che concludere ringraziando TUTTA l'ORGANIZZAZIONE dell'ALFA CLUB SPIRITO SPORTIVO, in particolare nella persona del suo Presidente, Peter Eibler.
Vogliamo ringraziare in maniera speciale ancora una volta la nostra amica Brigitte Moch, una persona eccezionale.
Dobbiamo ringraziare anche i nostri straordinari SOCI, nessun escluso, che hanno dato vita ad una delegazione stupenda, che ha saputo rappresentare al topo il nostro club affiliato RIAR all'estero.


Dall'Austria è tutto...stay tuned..Stile Alfa Romeo è sempre pronto a nuovi raduni nazionali, regionali, locali ed internazionali! ;-)

LINK FOTO ALBUM CLICCATE QUI


03 settembre 2013

SPETTACOLO SPORTIVO ed. 2013 - 50° AUTODELTA - GT PARADE - 35° SCARB - Circuito Internazionale di Zandvoort - OLANDA - 24 e 25 AGOSTO 2013

INTRODUZIONE


Spettacolo Sportivo è la piu' grande manifestazione, raduno, evento e ritrovo Alfa Romeo d'Europa: frutto del duro lavoro del club olandese degli SCARB, da anni viene vaticinato come "terra promessa" di ogni buon frequentatore di raduni Alfa Romeo che si rispetti. L'idea di parteciparvi, dentro Stile Alfa Romeo, si radico' sin nel lontano 2011 ma i tempi erano - oltre che non sospetti - anche tremendamenti non maturi per un'impresa logistica del genere: signori, si tratta in ogni caso con piu' equipaggi di attraversare l'Europa dal Mar Adriatico, bacino del Mediterraneo - fino ad approdare al Mar del Nord, dopo 1440 km.


A febbraio, durante la prima riunione della stagione, venne ufficialmente dato il via al progetto di vederci partecipi di questo evento, noto come "TOUR EUROPA 3" che comprendeva i seguenti punti:

- partenza giovedi 22 agosto : viaggio diretto Friuli Venezia Giulia - OLANDA Amsterdam in 1440 km;
- venerdi 23 visita città di Amsterdam e in serata verifiche tecniche pro pista a Zanvoort;
- sabato 24 SPETTACOLO SPORTIVO nel circuito di Zandvoort organizzato dagli SCARB;
- domenica 25 SPETTACOLO SPORTIVO nel circuito di Zanvoort organizzato dagli SCARB;
- lunedi 26 ripartenza verso Nurburg, Germania e sessione pomeridiana al Nurburgring Nordschleife;
- martedi 27 visita al Museo Mercedes a Stoccarda e visita della città;
- mercoledi 28 rientro in Italia;


Il progetto, per quanto interessantissimo e molto appetibile, si sapeva ardito e molto difficile da realizzarsi: soltanto un altro club Alfa Romeo italiano era giunto su, fino in Olanda, ma mai nessun altro affiliato RIAR vi aveva mai partecipato prima d'ora a Spettacolo Sportivo. Dopo mesi di difficile gestazione, la classica e metodica logistica ed organizzazione del nostro club, ha incassato il successo nell'adesione da parte di ben  4 Alfa Romeo, per un totale di ben 8 soci.
Va premesso che l'arduo lavoro di coordinamento è stato svolto da nostro socio, Riccardo, in maniera encomiabile e con precisione chirurgica fornendo un pacchetto di continuum di assistenza per tutto il corso della nostra settimana all'estero, in questo TOUR EUROPA 3.


Un sequel di avventure percorse macinando km su km, attraversando Austria, Germania ed Olanda, incontrando nuove carismatiche figure, inseguendo sogni e passioni che spesso si vedono confinati solo sulla carta patinata delle riviste, saggiando con mano esperienze di pista - si dilettantistiche e turistiche come livello di difficoltà - ma sempre su prestigiosi tracciati internazionali.
Esserci, coi fatti - e non solo con le parole: tramandare avanti, orgogliosamente, quell'ideale testimone - quella fiamma che brucia ancora, che ha il nome di Alfa Romeo, il nostro amato Marchio.


Zandvoort, Olanda: Spettacolo Sportivo.
L'avventura di Stile Alfa Romeo piu' distante da casa di sempre: finora. ;-)


SINTESI VIAGGIO ANDATA

Il viaggio di andata, una maratona degna di un raid d'altri tempi, si è svolta per tre equipaggi tra le 6 del mattino e le 22.15 di sera. Partenza da Trieste, con passaggio per Udine, con arrivo ad Amsterdam alle 22.15: grazie all'intelligente uso del TMC dei nostri navigatori abbiamo evitato due pesantissime code autostradali, una nei pressi della zona di Stoccarda e l'altra a Monaco: vagando per la Germania delle strade statali e lasciando le autobahn abbiamo anche avuto modo di apprezzarne degli evidenti scorci turistici...


Peccato non aver avuto piu' tempo a disposizione per poterla ammirare di piu': l'appuntamento col 4° equipaggio era direttamente in hotel ad Amsterdam: quello proveniente dalla zona del Vicentino, che per praticità logistica di percorso ha seguito un'altro iter, attraverso il Brennero. Nel mentre ci tenevamo in stretto contatto, ai fini di individuare le reciproche posizioni, non sono mancate emozioni e atti goliardici. Stupore? Beh, vedersi atterrare un aereo di fronte, mentre guidi in autostrada, non è cosa di tutti i giorni ma a Francoforte succede, capita...non c'e' problema!

Il viaggio è proseguito sulle tre soste, necessarie e concomitanti per una pausa pranzo e vari rabbocchi di carburante - necessari a garantire autonomia qualora si fosse dovuto cambiar strategia di marcia lungo il percorso.
Su tratti autostradali cosi' lunghi, una perfetta efficienza delle nostre Alfa Romeo è stata piu' che fondamentale per permetterci di raggiungere i nostri "obiettivi" e cosi' è stato.
Notevole la concentrazione di tutti gli equipaggi nel "sbarazzarsi" dei km in eccesso nei tratti liberi da divieto tedeschi: nelle autobahn, l'unico modo per abbattere gli altrettanti estenuanti tratti prigionieri da lavori perenni e da code chilometriche, che affliggono di non poco la marcia nel loro attraversamento.

Nessun problema e nessuna fase pericolosa, anche se abituarsi al "modello tedesco" di viaggiare in autostrada - almeno inizialmente, puo' sembrare diverso, in quanto atipico dal nostro. In ogni caso tutti gli equipaggi avevano già ampiamente avuto esperienze precedenti e non si è verificato nessunissimo problema in tal senso. Certo è che guidare per decine di minuti a 200 all'ora, per poi ritrovarti a marciare a 130, ti fa sembrare di esserne a 50...è tutto relativo diceva un tizio... ;-)


La Germania sembra non finire mai: è vasta, enorme, estesa e sembra voglia imbrigliarti. Attraversarla da parte a parte, non è facile: sembra ti voglia far suo prigioniero e non permetterti di uscire. Se non ti muovi "giusto", i suoi estenuanti km ti sembreranno lunghi arti per ghermirti, per prenderti sulla stanchezza, quando il sole sta per inesorabilmente calare...


Il sole cala,ma non il sipario della nostra lucidità e la determinazione di voler arrivarci in Olanda: un viaggio pari a Trieste-Roma andata e ritorno in giornata per capirci. Si puo' fare, si deve fare e noi ce la facciamo, che problemi ci sono? Stiamo parlando dei soci di Stile Alfa Romeo..e poi da casa, gli altri soci stanno facendo il tifo per noi: soprattutto quelli che non sono potuti venire. Non li possiamo deludere.


Penetriamo nel territorio Olandese alle 20 circa da direzione Dusserdolf, per puntarne dritti al cuore della capitale: Amsterdam. Arriveremo alle 22.15 esatte, come da programma iniziale: una magistrale prova di organizzazione e di saper aggirare con intelligenza le ovvie difficoltà intese come traffico, code e deviazioni per arrivare nei tempi previsti.


Meritate congratulazioni a tutti quanti, dovute, solamente per esser sin qui arrivati con le proprie Alfa Romeo: il tempo del check-in presso l'hotel ed un meritato brindisi di festeggiamento! Possiamo dire orgogliosamente che adesso possono provarci anche gli altri: la soddisfazione per noi, di esserci riusciti è tanta.


Per oggi abbiamo macinato qualche km....si puo' riposare qualche ora! ;-) Nell'indomani ci si dedicherà sia alla visita della città di Amsterdam che in serata alle verifiche tecniche previste dagli organizzatori dell'evento, per poter accedere alle sessioni di pista previste e preventivamente scelte dai nostri soci in base alle loro individuali e singole preferenze.
Per ora...un po' di riposo.... ;-) Olanda...we're tuned to enjoy!



VENERDI 23 - VISITA CITTA' DI AMSTERDAM e VERIFICHE TECNICHE PRESSO IL CIRCUITO INTERNAZIONALE DI ZANDVOORT

La giornata di venerdi 23 è stata dedicata alla visita della città capitale dell'Olanda, compreso il museo dedicato alle tele del celebre Van Gogh (già...ci concediamo anche qualche scorcio culturale oltre che Alfista.. -ndr), e visita per i canali a bordo del battello.



Non si poteva non visitare almeno parzialmente la città, almeno in questi suoi due tratti tipicamente caratteristici: certo è che non la si puo' che ritenere un tocca e fuggi, in quanto ci sarebbe voluto almeno una settimana per coglierne tutte le primizie che essa sa offire: e piu' maliziosi non portino la loro mente a maligne considerazioni...;-)


Ma già per le 19.00, dopo un estenuante giornata trascorsa a camminare, già ci mancano le melodie delle nostre Alfa Romeo e via pronti per puntare dritti al teatro che ci vedrà attori nelle prossime 48h piu' intense della nostra attività di club, intese come partecipanti di raduni altrui: andiamo dritti a Zandvoort, per le verifiche tecniche.


Le verifiche tecniche sono una conditio sine qua non, per tutti coloro i quali hanno scelto a monte il pacchetto "SPORT CLASS" e "DRIVING SKILLS CLASS": quelli che avevano scelto il pacchetto EUROPA ne erano esenti. La visita è stata minuziosamente portata a termine in ogni dettaglio da parte dalla commissione: sono volate anche parole di congratulazioni da parte dei commissari per l'eccellente stato di conservazione di alcune delle nostre Alfa Romeo sottoposte alla perizia stessa.


Erano ovviamente presenti anche gran parte della Alfa Romeo che l'indomani si sarebbero cimentate nell'Alfa Romeo Challenge, una competizione davvero interessante: tutti contro tutti...qualsiasi modello presente, ammesso nelle varie sessioni. Una bellissima iniziativa che abbiamo seguito per tutta la due giorni ammirandone le singole fasi.


Siamo subito entrati in "contatto" con lo spirito di Spettacolo Sportivo: quello che abbiamo iniziato a vedere sin dalle ultime ore del venerdi è stato un sufficiente antipasto, di quello che avremmo visto l'indomani, di tutto cio' che fino a domenica si sarebbe schierato in esposizione, corso in pista ed esposto nel paddock...


Al rientro nel nostro hotel, troveremo come c'eravamo messi d'accordo ben mesi prima, l'Avv. Filippo Tirone, Presidente del Registro Italiano Alfetta, altro club affiliato RIAR , che ci ha raggiunto in aereo per trascorrere la due giorni a Spettacolo Sportivo assieme a noi, condividendone la logistica. Lieti di aver goduto della sua compagnia fino a domenica sera!

GIORNATA DI SABATO 24 AGOSTO - SPETTACOLO SPORTIVO - ATTO I -

La giornata del sabato mattina ci vede immediatamente arrivare per permettere ai nostri soci Ricky e Gabry di poter partecipare sin dal primo mattina al briefing iniziale previsto per i gruppi "SPORT CLASS" e "DRIVING SKILLS CLASS". 



Gli altri soci di Stile che avrebbero effettuato sessioni di pista nel gruppo "EUROPA" avrebbero avuto il briefing nel tardo pomeriggio, attorno alle 16.00. Il briefing è stato portato a termine in maniera molto professionale ed esemplare: dall'illustrare le caratteristiche e punti salienti della pista come il punto di partenza e la zona box..


..fino a raccomandazioni di estrema sicurezza dettate anche dal ripasso dal codice internazionale del colore delle bandiere esposte dai marshall ...ma anche da attivi suggerimenti del come prendere correttamente una delle curve piu' particolari del circuito - con un punto di corda nettamente fuori traiettoria, dal dove ci si volesse aspettarlo, perlomeno. Provare per credere...


Sessione di briefing condotta in un - a noi - incomprensibile olandese, ma poi abbiamo recuperato tutto ascoltando il gentilissimo istruttore che ce l'ha esposto in inglese: guardando la faccia di uno di noi - e con un sorriso smagliante - e chiedendogli "..do you want black flag?" ma sorvoliamo su questo particolare.. :-) :-) :-)


Le sessioni per i gruppi "CLASS" sono iniziate prima con dei giri liberi per famigliarizzare con la pista e prenderne un primo saggio di conoscenza. Poi ci sarebbe stato, in una seconda fase, l'ingresso dell'istruttore stesso a bordo delle vetture per correggere traiettorie e comportamenti sbagliati, per ottimizzare il comportamento e la resa in totale sicurezza delle vettura.
I nostri non si lasciano minimamente intimidire dalla presenza in pista di vetture preparate anche in configurazione ed assetto da gara e via, dentro nella mischia, senza paura!


Le sessioni durano parecchio: parliamo di mezz'ora l'una per un totale di due questo sabato, intese per Riccardo e Gabriella. Poi ce ne sarà una terza, la "EUROPA" , di cui sopra nominata, aperta pero' "a tutti", cioè non solo a chi ha scelto le menzionate sessioni "CLASS".


Molto interessante notare come questi ragazzi olandesi fanno far bene quello per cui le Alfa Romeo sono nate a fare: CORRERE. Sissignori, questi olandesi non risparmiano nessun modello: né la recente 159 facendone fischiare le gomme in curva davanti a noi nè  tantomeno le "anziane signore" come le Giulia o Giulietta. Anzi saranno proprio le piu' vecchiette ad esser le piu' spremute in ogni condizione: a dimostrazione che spesso l'aurea di "venerazione", tipicamente italiana con cui sono da noi trattate, le priva della dote che ne permette la primaria espressione...correre e lasciarsi inseguire dal vento. Essere apprezzate in movimento e per la melodia che emettono al loro passaggio.


Bellissimo non solo vederle ma anche ascoltarne i rombi al passaggio davanti al fortunato pertugio che abbiamo trovato. Altro punto di interessante visione sarà sopra la collina, che permette di vedere ed apprezzare uno dei grandi rettilinei raccordati della pista stessa: sarà proprio durante le fasi dell'Alfa Romeo Challenge, questo il punto piu' interessante per godere di sorpassi e di brucianti accelerazioni...


Ma mentre i nostri due prodi alfieri del Marchio stanno alimentando il sacro fuoco della pista di Zandvoort, diamo un'occhiata al resto della manifestazione: colpisce moltissimo la divisione effettuata subito all'inizio in REGISTRI. Eh già, ogni modello viene indirizzato verso il REGISTRO di appartenenza dei suoi simili: e cosi' davanti a noi iniziano a stagliarsi decine e decine di bandiere rivolte al cielo, recanti i nomi delle Alfa Romeo, nomi che daranno titolo alle file di Alfa stesse che andranno a creare...


Avremo 75 , 155 , Alfette, 916 e 156....avremmo 147 e 33...avremo Montreal, Giulia...tutto e di piu' cio' che l'umana coscenza Alfista puo' concepire..


Di tutto e di piu' che i nostri album fotografici saranno ben lieti di mostrarvi ed i cui indirizzi li troverete a piè di pagina della presente...


Interessantissimo vedere come non venga fatta nessuna discriminazione fra un modello e l'altro di questi 103 anni di Storia della Casa. Tutti divisi in regolari fila e schiere ma tutti accanto, tutti vicini a testimonianza concreta di un'idea di unità legata al Marchio stesso e non divise da ideologie, filosofie ed architetture costruttive. Un sogno olandese che in Italia, per colpa dei soliti anacronistici detrattori, non è possibile ancora vivere e respirare: ma solo in Italia..all'estero è già realtà. Grazie al cielo, aggiungiamo noi.


Qui ci si puo' aggirare tranquillamente tra Alfa puramente a trazione posteriore, anteriore e transaxle senza nessun problema: qui in terra olandese non ci sono detrattori di filosofie costruttive, pronti a ironizzare al limite dell'equilibrismo lessicale di un marketing al negativo. Qui tutti sorridono, qui tutti sono accumunati dall'essere assieme in questi due giorni e vogliono viverli al 100%, senza perdersi in chiacchere da bar Sport. Siamo cosi' lontani dal triste panorama italiano...e ne siamo felici!


Addentrandoci dentro il paddock della pista di Zandvoort stessa, scopriamo altri modelli esposti e tra essi spiccano sicuramente alcuni esempi con i vari F12, Romeo 2 e altri esemplari d'epoca di primaria importanza..


...o moderna di altrettanta indiscutibile bellezza...Questi due esemplari di 8C Competizione anche in due livree cromatiche diverse per l'occasione...


Non c'è spazio per dar tregua alla meraviglia e stupore di vederle tutte assieme, tutte accanto una all'altra,come appunto dicevamo anche a mezzi particolari, che difficilmente ai nostri eventi in Italia siamo abituati a vedere...


..ma non a caso siamo a Spettacolo Sportivo, in Olanda, dove l'Alfista trova il suo angolo di paradiso. Quindi, proprio per noi, è impossibile non soffermarsi attorno a questo bell'esemplare di F12, completamente restaurato e trasformato in veicolo "di assistenza"..;-)


..seppur derivante da una presumibile ambulanza, la sua livrea è strepitosamente accantivamente e rievocativa! Ma a Spettacolo Sportivo non si ammirano solo gioielli in esposizione, ma si fanno pregevoli incontri come..


.. nella figura del Responsabile Automobilismo Storico presso Alfa Romeo, Stefano Agazzi in persona.
Questo a testimonianza del fatto che dove c'e' Passione, vissuta ad un certo livello ed in un certo modo, la presenza del Marchio c'e'!


Presenti anche interessantissime automobili non a caso, tra l'altro..vedere per credere!! D'altronde in questa edizione, come premesso, si andavano a festeggiare il 50° Autodelta assieme ad altre ricorrenze.. niente male quindi la selezione proposta di automobili: alcune di esse hanno anche visto la pista..


..dopo i rigorosi controlli di rito prima della partenza.
Da notare anche la presenza di preparatori altamente specializzati, diventati delle vere e proprio celebrità alla ribalta della cronaca del panorama Alfista internazionale per la creazione di prototipi o soluzioni meccaniche particolari..


...come ad esempio questo GTV 916 dotato di ben due motori 3.2 V6,che tanto per internet fece scalpore!Ma non solo: nell'ampio paddock è possibile ammirare di tutto e di piu',la fantasia non ha limiti:



...e c'e' un appagamento e soddisfazione per qualsiasi ed ogni palato: qualunque esso sia, in Spettacolo Sportivo, si troverà sempre cio' con cui farsi belli gli occhi. Non si andrà MAI via delusi da cio' che ci si  è ritrovato davanti..;-)


Si troveranno tantissimi esemplari tra l'altro provenienti proprio dall'Italia (e questo dovrebbe far pensare chi di dovere, su cio' che sta succedendo in questo delicato e nefasto periodo: una grande fuga di un grande patrimonio storico e culturale all'estero da non assolutamente sottovalutare...)..


Esemplari veramente di gran pregio: anche se non son mancate vetture non proprio originalissime come avrebbero dovuto esserlo. Potremmo aprire un filone letterario sul fatto che è prettamente italiano un maniacale conservare l'originalità costruttiva al contrario degli altri paesi dove spesso si trovano delle vetture non proprio tali..ma non è oggi il caso di aprire questa parentesi, in quanto almeno loro le usano, le sfruttano e le hanno le belle Alfa Romeo... ;-)


Tornando all'attività di pista, non possiamo che denotare un intenso uso della stessa a tutte le ore della giornata: non c'e' minuto che un rombo di bialbero, V6 o boxer non riecheggi nell'aria...i piloti iscritti all'Alfa Romeo Challenge ci stanno dando dentro di brutto e di continuo è possibile ammirarli nel dipingere le curve del circuito...


...per tutto il pomeriggio, fino alla sessione BAMBINO (dove si potrà scendere in pista con i propri, appunto, bambini, come lo dice chiaramente il nome -ndr) e al gruppo EUROPA, dove tutti i nostri soci hanno saggiato la pista secondo i tradizionali canoni della circolazione turistica, dettata dal buon senso.


E' da dire che molti partecipanti sono stati "peperini" nelle entrate, specie fuori traiettoria: nulla di che ma il concetto di circolazione turistica per un paio di personaggi è da rispiegare! :-)
Alle 17.00 circa, dopo la sessione EUROPA, siamo partiti alla volta del nostro hotel, per fare ritorno a Zandvoort, circa un'ora e mezza dopo per la tradizionale cena assieme agli organizzatori...


..il tutto vissuto in un clima di assoluta cordialità e relax, dalla giornata che ci ha in ogni caso visto in piedi sin dalle prime ore del mattino. Sono state pronunciate parole di ringraziamento e sentitamente accompagnate da un fragoroso scroscio di applausi vista l'importanza di questa edizione dell'evento.
Durante la serata, scambi di idee, pensieri e chicchere con molti personaggi e da non dimenticare la presenza del consigliere del RIAR, il sempre disponibile dott. Massolo.


GIORNATA DI DOMENICA 25 AGOSTO - SPETTACOLO SPORTIVO - ATTO II -



La parte della pista per chi vi era iscritto nelle "CLASS", l'ha fatto da padrona anche nella primissima parte della domenica mattina seguente: i nostri prodi alfieri sono scesi, giu', nell'arena di Zandvoort, con qualche km di esperienza in piu' e s'è visto tutto eccome! La pratica effettuata nei giorni prima ha avuto buoni frutti sui nostri Riccardo e Gabriella: il loro impostare le traiettorie è del tutto diverso rispetto a 24 ore prima! Nel mentre che partono per le loro sessioni, notiamo che sin dai primi minuti di apertura dell'evento c'e' un afflusso di Alfa Romeo ben maggiore rispetto alla giornata precedente...


...nell'arco della mattinata si arriveranno a toccare - da stime ufficiose - circa 1600 Alfa Romeo, divise ordinatamente per suddetti Registri, visibili anche in molte foto dei nostri Album. Da denotare che l'area interna del paddock è stata intelligentemente sfruttata ed organizzata per ospitare anche famiglie con i loro bambini, con l'adozione di un parco bimbi e strutture per rendere il tutto a misura di famiglia appunto..


..proprio verso le 11.00, grazie alla gentile mediazione del Consigliere del RIAR, il Dott. Massolo, abbiamo avuto la possibilità di consegnare brevi manu una targa fatta realizzare da noi, appositamente per il club organizzatore, cioè i leggendari SCARB, nella mani del loro Presidente Gerrit Mobach.


E' stato un momento veramente stupendo: sentire pronunciare le sue parole, soprattutto inerenti al grave problema che abbiamo in Italia, di una cultura del Marchio divisa e volutamente frammentata: una politica del dividi et impera, che ad oggi ha portato ad un palese fallimento del viver la propria passione se non nel proprio angolo. Non si ha una visione unica di Passione del nostro Marchio nella Nazione che lo ha visto nascere: non si è capaci di "andare oltre" temi obsoleti, stanchi ed esauriti legati a collanti generazionali che - forse - funzionavano 25 anni. Ma oggi gli scenari sono completamente cambiati.


Spettacolo Spotivo è il summa, il cuore pulsante di quello che è il nuovo futuro, il nuovo punto di partenza degli Alfisti di Vecchia Generazione e di quelli di Nuova Generazione. Spettacolo Sportivo è l'evento di riferimento, il termine di paragone e l'esempio di cosa in realtà è l'Alfismo puro, senza compromessi, senza interessi ma solo unito dal comune denominatore della Passione per il Marchio.


Le parole del Presidente sono suonate come un incoraggiamento, come una carica, come un incitamento a proseguire per questa strada: non fatta solo da numeri e statistiche vincenti del passato glorioso che fu, ma nell'andare oltre e saper cercare altro. Nello sposare quegli ideali che il RIAR stesso promuove: l'Alfista di oggi è cambiato, non è piu' quello di una volta. Sono cambiati i tempi, gli scenari e le epoche: oggi bisogna guardare alle sfide del futuro che attendono il Marchio con una sinergia sincera e priva di interessi personali.


Farà sicuramente bella mostra di sè, nella nostra sede sociale, la locandina dell'evento non solamente autografata dal Presidente in persona, ma con una strepitosa dedica che ci sentiamo di condividere appieno al 100%: TUTTI GLI ALFISTI IN ITALIA HANNO BISOGNO ESSERE UNITI!


Uomo di enorme carisma, di grande personalità: è sicuramente un punto di riferimento per questo difficile momento che il nostro Marchio sta vivendo,non solo a livello commerciale - di cui siamo tutti consci - ma anche quando se ne va a coltivare la passione, condita da lotte intestine ed interessi fra club nel panorama nazionale. Una vera fortuna averlo potuto incontrare e soprattutto lo ringraziamo infinitamente di tutto il tempo che ci ha dedicato (piu' di mezz'ora!!ed in un evento di questa portata è un'eternità!-ndr) e per la gentilezza ed ospitalità con cui ci ha accolto immediatamente!


Sono questi gli scambi culturali, sono questi i momenti piu' importanti quando si ha la possibilità di partecipare a questi eventi di livello internazionale. Grazie ancora, davvero, per l'importantissimo messaggio che ci è stato trasmesso e di cui sapremo far prezioso tesoro, condividendone con quanti piu' possibili - e che lo volessero - i profondi ideali.


La giornata dopo questo importantissimo incontro, è proseguita sulla falsariga del sabato - soprattutto per quanto riguarda le fasi dell'Alfa Romeo challenge, dove abbiamo visto la gran finale, dove a giocarsela sono state proprio un A.R. 75 - guidata da un abilissimo pilota - e da un A.R. 156, guidata da un altrettanto valido concorrente.


Dopo 4 giri al fumilcotone dove il 75 era in testa, c'e' stato il sorpasso del 156: gran bella gara, disciplinata e soprattutto correttissima dal punto di vista del fair play...tutti i concorrenti si sono estremamente divertiti, nonostante animati da un agonismo - assolutamente sano e corretto.


Per noi di Stile l'evento si è concluso dopo la sessione di guida Europa dove alcuni di noi si sono scambiati di posto come passeggero l'un l'altro con altri equipaggi per divertirsi ancora ed ancora di piu', saggiando la pista in un interpretazione diversa.


Evento di cui abbiamo potuto soltanto che descrivere per tratti principali, per grandi linee in quanto una due giorni cosi è impossibile da elencare sotto ogni singolo aspetto. Siamo stati veramente felici di poter partecipare a questa importantissima manifestazione e soprattutto di viverla non solamente nella fase espositiva ma anche in quella attiva, di pista.


Sono stati giorni veramente stupendi sia a livello personale, per ognuno di noi, sia importantissimi per la crescita sul campo del nostro club, con un confronto aperto con altre importantissime realtà europee, con la volontà di migliorarsi e di aumentare le proprie capacità basandosi sugli scambi di idee e di visioni di diverse prospettive.


Un grazie, specialissimo, a tutti i nostri soci che hanno contribuito a questa epica impresa nel partecipare a Spettacolo Sportivo: da Cris & Samy, a Sonia & Peter, a Ricky & Sandra. Grandissimi e grande soprattutto Ricky ad organizzare perfettamente ogni singola tessera del mosaico di TOUR EUROPA 3, di cui Spettacolo Sportivo è stato il primo pezzo: mancano ancora da descrivere le sessioni al Ring e la visita al Museo Mercedes a Stoccarda.


Inoltre stiamo elaborando per voi diversi video, in base al materiale che abbiamo raccolto in questa missione: prossimamente saranno pubblicati. Da Zandvoort, Spettacolo Sportivo, non è ancora tutto..seguite ancora il nostro forum sul topic dedicato all'evento CLICCA QUI


LINK FOTO ALBUM "SPETTACOLO SPORTIVO" n° 01 SABATO : CLICCATE QUI

LINK FOTO ALBUM "SPETTACOLO SPORTIVO" n° 02 DOMENICA : CLICCATE QUI

LINK FOTO ALBUM "SPETTACOLO SPORTIVO" n° 03 SABATO : CLICCATE QUI

PLAYLIST VIDEO 01 SUL CANALE YOUTUBE: CLICCATE QUI

PLAYLIST VIDEO 02 SUL CANALE YOUTUBE: CLICCATE QUI

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required