29 giugno 2015

RADUNO AMICI ALFISTI - CASTELLAVAZZO (BELLUNO) - 28 giugno 2015

Dobbiamo proprio dire, con gran piacere, che il sostrato Alfista bellunese e' ricco di primizie e gioielli di prim'ordine: avete modo voi tutti,dalle foto di vedere che bei gioielli sono stati messi in mostra per l occasione di ieri pomeriggio.


Ancora un ringraziamento per la calorosa accoglienza che ci è stata riservata, davvero!


 Un grandissimo piacere esserci stati, aver trascorso del tempo con persone appassionate in un'atmosfera ricca di Alfa Romeo sotto tutti i punti di vista!


Link diretto FOTO ALBUM - CLICCATE QUI -

25 giugno 2015

Alfa Romeo Giulia: la tecnica


Link TOPIC ns. FORUM qui: - CLICCATE QUI -

Meccanica delle emozioni è un concetto da troppo tempo estraneo al marchio Alfa Romeo. Lo leggeremo spesso, dopo anni in cui le emozioni sono finite in subordine ad esigenze tecniche e soprattutto di bilancio. Meccanica delle emozioni riassume la filosofia seguita dai tecnici Alfa Romeo nel progettare la Giulia, berlina di segmento D – avversaria, per intenderci, della BMW Serie 3 – che sancisce il definitivo ritorno del Biscione fra i costruttori di alta gamma. Quest’ultima considerazione è giustificata da ragioni tecniche e meccaniche: la berlina – come scritto nel documento stampa – offre il plus della trazione posteriore, sospensioni di altissima qualità ed accorgimenti tecnici finora inediti per la categoria d’appartenenza.

Citiamo ad esempio l’Active Aero Splitter, ovvero uno splitter frontale di tipo attivo che gestisce in modo attivo la deportanza, assicurando così maggiori prestazioni e aderenza. Il tutto a favore della dinamica di guida, vero elemento cardine del progetto. La Giulia adotta poi un Torque Vectoring con doppia frizione, di tipo meccanico, utile per gestire la coppia in maniera separata fra le due ruote motrici. L’equipaggiamento tecnico prevede anche l'Integrated Brake System, ovvero un sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno: in questo modo la vettura frena in maniera assai più incisiva e vanta spazi d’arresto definiti da record. Tali sistemi vengono supervisionati dallo Chassis Domain Control, mentre il selettore DNA offre le modalità di guida Dynamic, Natural, Advanced Efficient e Racing (riservata però alle versioni ad alte prestazioni). L’impianto frenante può servirsi di dischi freno in materiale carboceramico.



La distribuzione dei pesi si attesta al 50:50. La Giulia vanta poi lo sterzo più diretto della categoria e sospensioni dalla geometria raffinatissima: quelle posteriori sono multilink, mentre all’anteriore è previsto un doppio braccio oscillante con asse di sterzo semi virtuale. Tale soluzione mantiene costante l’appoggio del braccio a terra quando l’auto percorre una curva, al fine di aumentare stabilità e motricità. L’abitacolo è di matrice sportiva, minimale: offre un volante tagliato nella sua parte inferiore e soli due comandi fisici, necessari per gestire il DNA e l’impianto d’intrattenimento. L’Alfa Romeo Giulia sarà presente al salone di Francoforte (13-27 settembre), occasione in cui verranno forniti maggiori dettagli tecnici.
..vediamo 5 punti principali per focalizzarci poi su altri aspetti...

1. Arriva fra fine anno e inizio 2016. Prezzi in linea con le tedesche.



ARESE Prima quella «cattiva» poi quelle «normali». La Giulia è stata presentata nella versione più estrema da 510 Cv per sottolineare il carattere sportivo della rinata Alfa Romeo: la Quadrifoglio Verde sarà in vendita alla fine dell’anno, i prezzi sono simili a quelli della concorrenza: 75-80 mila euro, come le Bmw M3 ed M4. Fra le altri rivali ci sono Mercedes C63 Amg, Audi Rs4. Ma nel progettare la Giulia i tecnici hanno preso a riferimento anche le prestazioni della Porsche 911, nonostante sia una coupé. Ovviamente la Giulia arriverà nel febbraio-marzo 2016 anche nelle versioni più tranquille con motori turbo a benzina e diesel: in questo caso il listino segue quello di Audi A4, Mercedes Classe C e Bmw Serie 3. In seguito si aggiungerà anche la variante ibrida.



2. I test al Nürburgring.

«Correre per l’Alfa per un pilota è come per un tenore essere chiamato cantare alla Scala» diceva Juan Manuel Fangio. Ora l’Alfa non tornerà in pista domattina ma la Giulia è quasi pronta per addentare i cordoli. La Quadrifoglio Verde sarà testata al Nürburgring: le 73 curve del Nordschleife sono il banco di prova più indicativo per le sportive stradali. Aston Martin e Porsche da anni testano le loro vetture nell’ «Inferno Verde», un tracciato che serve a stressare ogni componente e a stabilire record che valgono fortune commerciali. E non è escluso che la Giulia in giorno possa gareggiare o dar vita a campionati monomarca.



3. L’architettura «Giorgio».

Partiti da un foglio bianco gli Skunks Works – il gruppo di lavoro segreto all’interno di Fca- hanno messo a punto una piattaforma modulare ribattezzata «Giorgio». Dopo la 75 la Giulia è la prima Alfa a trazione posteriore moderna. La distribuzione dei pesi è 50:50, il passo è lungo mentre la carrozzeria è compatta (intorno ai 4,70 metri), l’abitacolo è arretrato verso le ruote posteriori. Le sospensioni anteriori sono a quadrilateri – come sulle sportive di razza- quelle posteriori a bracci multipli. La Giulia poi utilizza soluzioni sofisticate per ridurre il peso: fibra di carbonio per l’albero di trasmissione, cofano e tetto. Alluminio per motori, freni, sospensioni, porte e parafanghi, riprendendo la tradizione delle “alleggerite” GTA. Sulla Quadrifoglio Verde sono disponibili anche i freni in carboceramica, usati da parecchie supercar, e di serie le sospensioni a controllo elettronico.



4. Il sei cilindri con tecnologie Ferrari

E’ un motore inedito, derivato da quello utilizzato in Maserati. Prodotto a Termoli è un V6 biturbo ad alta pressione con turbine integrate nel collettore di scarico. E’ stato sviluppato da ingegneri provenienti dalla Ferrari, ma molte soluzioni riprendono la tradizione Alfa Romeo degli anni 80: lo schema motore longitudinale e trazione posteriore e la disattivazione dei cilindri quando bisogna consumare meno. Il rapporto peso potenza è di 3kG/Cv, numeri ottimi per una berlina tre volumi. Da 0 a 100 km/h dichiara 3.9 secondi. Due le opzioni per la trasmissione: manuale o a doppia frizione TCT.



5. L’elettronica

La promessa dei vertici Alfa è rimettere l’uomo al centro. Questo non vuole dire auto alle vecchia maniera prive di qualsiasi ausilio, ma più spazio alla guida. Il «cervello» di tutto è lo Chassis Domain Control che coordina i vari sistemi presenti: dall’aerodinamica attiva dell’Active Aero Splitter che aumenta la deportanza per schiacciare la Giulia a terra al Torque Vectoring, il dispositivo che agendo sul differenziale consente di controllare separatamente la coppia motrice per ciascuna ruota. Fino alle sospensioni adattive. Gli ingegneri spiegano che in questo modo l’Esp interviene in maniera meno invasiva. Si rivede il classico manettino Alfa con modalità inedite: Race per liberare tutti i cavalli e disattivare tutti gli aiuti, Dynamic – una via di mezzo-, Natural – per la guida tranquilla – e Advanced Efficient che serve a consumare meno in città. Nel tunnel centrale si trovano solo due comandi circolari: uno è il sistema Dna citato in precedenza, l’altro serve a controllare il sistema multimediale. «Li abbiamo fatti semplici per farli capire a un adulto» scherza Philippe Krief responsabile dell’ingegneria Alfa Romeo. Suggestivo il volante con il tasto di accensione fra le razze.








FONTI: CORRIERE MOTORI & AUTOBLOG

MUSEO STORICO ALFA ROMEO - RIAPERTURA 30 giugno 2015



Aprirà al pubblico il 30 giugno ad Arese “La macchina del tempo -Museo Storico Alfa Romeo” Alfa Romeo festeggia i suoi 105 anni aprendo al pubblico il proprio Museo storico di Arese; cuore di un vero e proprio “brand center”, il museo – denominato “La macchina del tempo” - è dotato di bookshop, caffetteria, centro documentazione, pista prove, spazi per eventi e show-room con delivery area: un legame ideale tra passato, presente e futuro. Inaugurato il 24 giugno in occasione dell’anteprima mondiale della nuova Giulia, “La macchina del tempo”, il Museo Storico Alfa Romeo aprirà al pubblico il 30 giugno e sarà visitabile tutti i giorni, eccetto il martedì, dalle ore 10 alle 18, con prolungamento orario fino alle 22 il giovedì (www.museoalfaromeo.com).



Il Museo ospita i pezzi più significativi della collezione storica Alfa Romeo, costituita a partire dalla prima metà degli anni ’60. Inaugurato nel 1976 e visitabile solo su prenotazione, in seguito alla dismissione del sito produttivo e alla conseguente perdita della funzione direzionale del Centro, il museo è stato chiuso nel 2009. Nel quadro del piano di rilancio globale di Alfa Romeo, il Museo di Arese – luogo simbolo della storia aziendale – è stato scelto come fulcro della rinascita del marchio. A fine 2013 l’architetto Benedetto Camerana è stato chiamato a proporre un nuovo progetto che integrasse gli obiettivi del rilancio e le esigenze di tutela sull’edificio. I lavori sono partiti nell’estate 2014 e in meno di 12 mesi è stato completato un importante intervento di riqualificazione sull’intero complesso realizzato da FCA Partecipazioni.


Il progetto architettonico ridisegna la funzionalità del complesso direzionale, adeguandolo alle nuove attività e ai flussi di pubblico previsti. L’elemento chiave del progetto è rappresentato dalla struttura rossa che attraversa tutto il complesso: dalla pensilina che accoglie i visitatori, passando dall’area d’ingresso, fino all’inizio del percorso espositivo con il nuovo volume della scala mobile. Quest’ultimo innesto architettonico, ben visibile dall’autostrada nel suo “rosso Alfa”, è il simbolo della rinascita del Museo: un segno moderno, incastonato nell’architettura degli anni ’70, che risolve il rapporto necessario tra storia e contemporaneo.



L’allestimento museale sottolinea i tratti identitari che appartengono al DNA Alfa Romeo, raffigurato attraverso una suggestiva installazione luminosa che attraversa verticalmente l’edificio: luci, parole e segni di stile che si attivano in uno spettacolo con un movimento elicoidale discendente, a simboleggiare la continuità stilistica e la coerenza tecnologica nel tempo. Lungo il percorso sono esposti i 69 modelli che maggiormente hanno segnato non solo l’evoluzione del marchio, ma la storia stessa dell’auto. Dalla prima vettura A.L.F.A., la 24 HP, alle leggendarie vincitrici delle Mille Miglia come la 6C 1750 Gran Sport di Tazio Nuvolari, dalle 8C carrozzate Touring alla Gran Premio 159 “Alfetta 159” campione del Mondo di Formula 1 con Juan Manuel Fangio; dalla Giulietta, vettura iconica degli anni ´50, alla 33 TT 12. L’essenza del marchio è condensata in tre principi: la Timeline, che rappresenta la continuità industriale; la Bellezza, che unisce stile e design; la Velocità, sintesi di tecnologia e leggerezza. A ogni principio corrisponde un piano del Museo.


La Timeline occupa l’intero piano 1, con una selezione delle 19 auto più rappresentative dell’evoluzione del marchio, ciascuna accompagnata da un pannello informativo multimediale. L’esposizione è completata da una “memoria interattiva”, postazione smart-tech da cui i visitatori possono accedere a un sistema interattivo che approfondisce la storia dei modelli. L’installazione “Quelli dell’Alfa Romeo” racconta come in più di 100 anni sia nata una leggenda grazie al lavoro di migliaia di uomini che hanno contribuito alla crescita dell’azienda: dagli operai ai meccanici, dai collaudatori ai disegnatori, dagli ingegneri agli impiegati. La seconda parte del percorso è la Bellezza, che occupa l’intero piano “zero” con diverse aree tematiche. L’allestimento è pensato con linee dinamiche e fluide che richiamano il segno dei grandi carrozzieri italiani: da “I maestri dello stile”, che riunisce 9 grandi esempi di design di ogni epoca, a “La scuola italiana”, dove sono esposte le auto realizzate negli anni '30 e '40 dalla carrozzeria Touring con il marchio Superleggera. Al centro del percorso “Alfa Romeo nel cinema”. Seguono “Il Fenomeno Giulietta” e “Giulia: disegnata dal vento”, con i modelli che accompagnano la crescita economica e del gusto dell'Italia degli anni '50 e '60. La terza parte è dedicata alla Velocità, che occupa l’intero piano interrato. Questa è l’area più emozionale, dove l’appassionato incontra le protagoniste delle grandi vittorie Alfa Romeo: da “Nasce la leggenda”, spettacolare spazio multimediale che riunisce le interpreti delle epiche competizioni tra le due guerre, fino all’esordio nella F1, al “Progetto 33” e “Le corse nel DNA”. Si entra poi nel “Tempio delle vittorie”, un altro volume nel quale uno spettacolo di immagini, suoni e filmati presenta i 10 più grandi trionfi della storia Alfa. Il viaggio attraverso il mito si chiude con un finale ludico e spettacolare: le “bolle emozionali” dedicate all’esperienza del mondo Alfa Romeo, con filmati a realtà virtuale a 360 gradi, e una sala immersiva in cui il visitatore, seduto su poltrone interattive, può assistere alla proiezione 4D di filmati dedicati ai leggendari successi Alfa.



Raduno Nazionale 2015 - CLUB ALFA - 20 e 21 giugno 2015

Abbiamo il piacere di pubblicare alcuni degli scatti della giornata del raduno Nazionale di Club Alfa, organizzato da Federico Squarcina, resp. di Club Alfa Veneto.

Non si poteva festeggiare nel miglior dei modi l'avvento di questo prossimo 24 giugno 2015, data della rinascita di Alfa Romeo attesa da milioni di appassionati in tutto il mondo: presenti anche soci di club Alfa Romeo dagli USA e non per l'EXPO, ma per esserci qui, proprio a questo evento. ;-)

Presenti equipaggi anche dalla Svizzera e guest stars dalla Spagna che hanno saputo impreziosire ancora di piu' la manifestazione nell'arco della sua due giorni!

Ci sono raduni e raduni, manifestazioni e manifestazioni, laghi e laghi ma noi di Stile Alfa Romeo siamo realmente felici di aver partecipato ad un evento - non solo per il rispetto e l'amicizia che ci lega a Federico, col quale siamo in sintonia della stessa lunghezza d'onda - ma perchè il programma e le chicche di questa manifestazione ha saputo lasciare quel classico "valore in piu'" intriso di Storia, di Racconti, di Cultura tanto noi cara ad Alfisti che non guasta mai in un clima ed atmosfera di totale relax!



Abbiamo respirato, visto e percepito un profumo ed una sensazione di vivere Alfa Romeo piu' uniche che rare!



Ringraziamo Federico per il bellissimo gesto di aver apposto il nostro logo sulla locandina dell'evento stesso, per la sua totale devozione nel prodigarsi alla completa riuscita della manifestazione stessa e alle "chicche" riservateci.



Un ringraziamento speciale alla Famiglia Romeo per la visita presso la loro Villa di proprietà e per la genuina ospitalià e cordialità dimostrata verso cosi' tanti numerosi appassionati presenti.



Un saluto all'amico Ivan Scelsa di CinemAlfa presente alla manifestazione assieme alla sua associazione.



Un ringraziamento va anche ai nostri soci che hanno aderito a questo appuntamento, l'ultimo di un Giugno di Fuoco, che ci ha visto presenti sul campo ad Arese, in Rep. Ceca, in Croazia e qui a Magreglio. 5000 km di reale passione macinati senza colpo ferire sul campo.


Presenti ovunque ci sia la stessa lunghezza d'onda della Passione Alfa Romeo!!!!!

LINK DIRETTO ALBUM FOTOFOTOGRAFICO - CLICCATE QUI -



VIDEO DIRETTO SUL NS. CANALE YOUTUBE - CLICCATE QUI -


16 giugno 2015

39. službeni susret Alfa Romeo kluba Hrvatska / ALFISTI HR 2015 (FIUME/GROBNIK)

Consueto e tradizionale raduno annuale del nostro club Amico Alfisti HR, al quale sempre con enorme piacere siamo presenti ogni anno! Formula rinnovata, che ha visto arrivare 200 (DUECENTO) Alfa Romeo da ogni dove: Croazia, Slovenia, Bosnia, Italia, Repubblica Ceca..un fantastico meeting internazionale dove è stato possibile incontrare tutti, parlare con tutti e rivedere tutti i nostri cari compagni di scorribande Alfiste!



Giornata vissuta anche in chiave Stile, dove tra noi ci siamo divertiti alla nostra maniera ed il cui merito va esteso a tutti i fantastici Soci che hanno aderito e partecipato a questa "mission" in terra Croata!



Un grazie anche ovviamente agli organizzatori, al presidente ed allo staff degli Alfisti HR per averci offerto anche quest'anno, l'ennesimo esempio di meeting internazionale: mai parola fu piu' azzeccata....!!




FOTO ALBUM EVENTO QUI:


VIDEO EVENTO QUI:

Link diretto ns. CANALE YOUTUBE: https://youtu.be/_sX5phtoWqw

10 giugno 2015

TOUR EUROPA 08 - GRAN PREGIO - REPUBBLICA CECA - RADUNO 05 06 07 GIUGNO 2015

STREPITOSO EVENTO INTERNAZIONALE IN REPUBBLICA CECA!!


GRANDISSIMA ACCOGLIENZA DA PARTE DI TUTTI I RAGAZZI DI SQUADRA MORAVIA a QUESTA VIGILIA DI RADUNO "GRAN PREGIO" giunto all' 8a EDIZIONE.


L'evento si concluderà formalmente domattina, con i saluti ai partecipanti dopo la colazione ma possiamo dire, sin da adesso che questo evento è stato fantastico per entusiasmo, passione, atmosfera di vivere e respirare il Marchio.


Lo staff di Squadra Moravia è stato superbo, realizzando un evento di reale GRANDE PREGIO...FANTASTICI!!


Grazie alla loro ospitalità, ai loro sorrisi, alla loro disponibilità ed al loro entusiasmo!


ORGOGLIOSI DI ESSERE L'UNICO CLUB ITALIANO PRESENTE ALLA MANIFESTAZIONE E SIN DA ADESSO VOGLIAMO RINGRAZIARE PER LA CALOROSA OSPITALITA' TUTTO LO STAFF di SQUADRA MORAVIA, IN PARTICOLAR MODO PAVLI, BERNARDO e KATE!!

FOTOALBUM APPUNTI DI VIAGGIO - VENERDI 05 GIUGNO - CLICCATE QUI -


 FOTOALBUM RADUNO 1a parte - SABATO 06 GIUGNO - CLICCATE QUI -


 FOTOALBUM RADUNO 2a parte - SABATO 06 GIUGNO - CLICCATE QUI -


 VIDEO UFFICIALE EVENTO by STILE ALFA ROMEO



04 giugno 2015

EVENTO "30° A.R. 75 & 50° A.R. GTA" - ARESE PISTA SPERIMENTALE PER LA PRIMA VOLTA - - 29 30 e 31 maggio 2015 -




































I festeggiamenti dedicati a queste due leggende in pista, ad Arese, un impianto nuovissimo, dall'alto impatto emozionale, non poteva avere come protagoniste altrettanto stelle cosi' luminose. Dei veri e propri gioelli che il RIAR ha saputo incastonare come preziose gemme di una corona.

Un evento che non ha bisogno di nessun commento e di nessuna promozione: RIAR, l'istituzione che organizza da piu' di 50 anni eventi si è dimostrata ancora una volta degna del suo nome riuscendo a far divertire circa 200 Alfa Romeo nell'ex pista di collaudo di Arese...

75 & GTA...RIAR...nomi che hanno già il sapore di leggende..


 GIORNATA DI SABATO 30 maggio 2015 - in pista ad ARESE



 Link diretto FOTO ALBUM SABATO IN PISTA - CLICCATE QUI -


2a giornata della manifestazione che ha celebrato, stavolta con uno splendido percorso turistico degli splendi ed incantevoli scenari, che si son visti impreziosire ulteriormente dalla bellezza del corteo delle Alfa Romeo del RIAR.

L'assenza del Sole è stata sostituita proprio da loro, le Alfa Romeo dei partecipanti stessi!

Una giornata dai toni sicuramente piu' rilassanti e meno adrenalici rispetto alle sessioni di ieri, sabato 30 maggio 2015, in pista ad Arese, ma assolutamente gradita ed anzi, ci stava eccome per trascorrere ancora del piacevole tempo assieme.

GIORNATA DI DOMENICA 31 maggio 2015 - ITINERARIO LAGO D'ORTA



Link diretto FOTO ALBUM DOMENICA ITINERARIO TURISTICO - CLICCATE QUI -

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required