23 marzo 2020

Lo strano paradosso della leggenda dell' Autodelta rispetto all'inconsistenza.



Lo strano paradosso della leggenda dell' Autodelta rispetto all'inconsistenza.

E' di qualche giorno fa, l'articolo redatto sul quotidiano locale MESSAGGERO VENETO che ha scaldato molto gli animi degli appassionati locali, e non solo , del leggendario Marchio Autodelta.
Un nome ed un Marchio, si ci mettiamo la "M" maiuscola si, che non ha bisogno di presentazioni visto il palmares di cui si puo' fregiare.

Una serie di vittorie e piazzamenti che non ha praticamente eguali nella storia del motorsport moderno: lo squadrone Autodelta vinse tutto quello che c'era da vincere all'epoca, in maniera inequivocabile ed incontrovertibile.
Senza se e senza ma.



Non c'e' nulla da discutere su questo: anzi, ci sono delle interessantissime pubblicazioni a riguardo che invitiamo a consultare come note bibliografiche, soprattutto per chi volesse acculturarsi in merito.
Sono stati realizzati giustamente molti eventi a tema Autodelta: raduni di appassionati, conferenze e ritrovi in pista sia in Italia che all'estero vissute in prima linea anche da noi stessi sia come club partecipante che organizzatore.



Anche quando, chi di eventi li organizzava, poteva vantare organizzatore seri e capaci.
Quelli erano ancora i "bei tempi" di cui eravamo orgogliosi di far parte di certi circoli: non di sicuro oggi,all'evidenza dei fatti.
Ma questa è un'altra storia,per oggi.

Nulla da dire e nulla su cui eccepire in quanto quello dell' Autodelta rappresenta, in sintesi, l'aspetto piu' genuino e caratteristico nell'immaginario delle competizioni delle Alfa Romeo da corsa, legate alle corse propriamente dette dalla fine della 2a Guerra Mondiale: ma anche questo è un altro arco narrativo che va trattato e descritto a parte.



L'Autodelta è diventata sin da subito la bandiera dell'aspetto piu' sportivo del Marchio e potremo dire, trascendendo il concetto, anche nell'immaginario collettivo a tutti i livelli: nella stretta cerchia del raffinato collezionista al piu' popolare quadro di famiglia dove i padri portavano i figli a vedere sfrecciare alla domenica le leggendarie Alfa Romeo dell' Autodelta...

Siamo tutti d'accordo COSA SIA STATA L'AUTODELTA e...da Associazione Culturale a tema Alfa Romeo monomarca quale noi siamo, radicati profondamente nel territorio del Friuli Venezia Giulia, fra i nostri compiti e mansioni - quello piu' semplice e diretto è appunto - emanare e trasmettere cultura,
appunto.



Cultura ANCHE sull' AUTODELTA, appunto.

E partiamo con lo specificare che AUTODELTA non nasce a Settimo Milanese, non è un appannaggio di Alfa Romeo sin dalla prima ora...anzi tutt'altro: i piu' ben informati sanno che all'inizio vi era una precisa idea di "distacco" dalla sede centrale meneghina: dopo quando le cose iniziarono ad andar bene, allora si che l'atteggiamento cambio', eccome.

Mettiamo allora i puntini sulle "i" nel senso propriamente detto, rivendicando la paternità territoriale dell'Autodelta qui nella nostra Regione.
E' questo è un passaggio fondamentale ed importantissimo!

Perchè ci si sente veramente ribollire il sangue nelle vene, partendo dal presupposto che i proverbi sono la saggezza dei popoli, "..chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane...".


Si avrebbe la possibilità, da parte dei proprietari dei suddetti locali, tuttora in essere - anche se chiusi al pubblico ovviamente se non in rarissime occasioni determinate da eventi e raduni a loro discrezione - di creare un polo museale vero e proprio.

Un presidio culturale ad memoriam, permanente, aperto al pubblico: con un investimento iniziale certo, ma che saprebbe ripagarsi col tempo non solo economicamente da sè.
All' interno, perchè no, un percorso di questo grandioso passato, un attraversare virtuale e non, grazie a cimeli, ricordi, stampe e opportuni allestimenti scenografici di cio' che FU l'Autodelta fino ad arrivare ad oggi.
C'e' solo l'imbarazzo della scelta per tutto cio'...derivante dall'esperienza che abbiamo personalmente visto e vissuto a livello europeo e nazionale..


Sull'esperienza museale di quanto visto a Zuffenhausen , per Porsche.
Sull'esperienza museale di quanto visto a Monaco di Baviera per BMW.
Sull'esperienza museale di quanto visto a Stoccarda per Mercedes Benz.
Sull'esperienza museale di quanto visto a Ingolstadt per AUDI.
Per tutte le attrattive, iniziative ed attività correlati alla "normale" vita museale..

E sull'esperienza museale della prima esperienza del genere, per eccellenza? Del  Museo Storico Alfa Romeo inaugurato il 18 dicembre 1976 e rinnovato pochissimi anni fa?
Si, anche.
E con l'anche si intende che è molto perfettibile l'attuale gestione: non abbiamo peli sulla lingua nel criticarne mancanze e lacune di gestione, a prescindere dallo scarico di colpe e responsabilità dell'operato.
Se, come viene definita è la "Casa di tutti gli Alfisti", è se qualcosa non va, la diciamo, a maggior ragione proprio visto che è nostra.
Ma questa è una parentesi a parte, del Museo Storico,s'intende.

Questo in quanto richiamerebbe appassionati non solamente locali, ma anche da altre regioni d'Italia -per non parlare dall'attigua Austria e Slovenia: potrebbe diventare, opportunamente sostenuto dalle Istituzioni, un vero e proprio polo museale al centro di un indotto turistico, contribuendo ad alimentarlo.



Un polo culturale per conferenze, presentazioni, cerimonie e quant'altro di correlato.
Un polo culturale che manterebbe VIVO non solo il ricordo di un glorioso passato, tramandando attivamente il testimone della Storia che fu e che si ha in dovere di continuare a tenere in vita, alimentandolo.
Ma anche un indotto che saprebbe ripagarsi, economicamente parlando: bisogna essere investitori coraggiosi in tal senso.


Ed in questo ambito, si incasserebbe il sicuro sostegno da parte delle Istituzioni - in quanto basta essere anche poco lungimiranti per rendersene conto che ne vale la pena davvero di supportare questo progetto.

Basta vedere le controprove in giro nel panorama italiano: da dove vogliamo iniziare?

Iniziamo da realtà, che nascono come concessionarie e poi si reinventano appunto come poli museali e stanno godendo di un attuale indiscusso successo non potendo vantare nessuna particolare prerogativa.
A parte un'anzianità di servizio ma di sicuro non palmares come quello dell'Autodelta.

Parliamo di sperduti paesi nel Veneto che, giustamente, hanno saputo creare una vera e propria mitografia su personaggi che furono dirigenti Alfa Romeo ma che di sicuro non possono esser paragonati a ben altri presidenti e figure fondamentali, per ovvi meriti e competenze tecniche.

Ma la caparbietà e la volontà di supportare il progetto e l'idea hanno saputo realizzare una realtà museale che rende correttamente giustizia alla memoria di un loro illustre concittadino.


Lasciamo poi perdere le conferenze a tema create su personaggi che, per usare il termine piu' gentile possibile, sono perlomeno sopravvalutati per meriti, competenze e valore come testimoni storici.

Stiamo parlando di tutta una lunga serie di figure, che tra l'altro si arricchisce di continui elementi, senza un contraddittorio serio, nel corso degli anni per alimentar un cosiddetto filone di personaggi che vede nei suoi capostipiti chi che del fare fotocopie, ha saputo farsi poi offrire pasti caldi e partecipazioni a titolo gratuito agli eventi da oltre 20 anni a questa parte....e continuano ad alimentare questi indotti ed impianti...



Quindi,tornando saggiamente al concetto che  "..chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane..." perchè non provare a fare qualcosa?

Perchè non osare con quello spirito che puo' vedere oltre l'immediato, ma che puo' far arrivare lo sguardo ad orizzonti a cui erano abituati quegli Italiani che fecero diventare GRANDE l'Alfa Romeo e grande l'Autodelta stessa?


Noi per quello che possiamo, supporto lo daremo sempre al massimo delle nostre facoltà.
Ma chi puo', intervenga..


🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻
CONTATTI STILE ALFA ROMEO
🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺

✅Telegram PUBLIC CHANNEL : https://telegram.me/stilealfaromeo
✅WhatsApp PUBLIC GROUP : https://chat.whatsapp.com/Dl72rSMPQ9c2hF8KX81O29
✅Sito WEB: www.stilealfaromeo.com
✅Email: stilealfaromeo@gmail.com
✅Contatto Segreteria Stile Alfa Romeo - GSM/WhatsApp +393475832546

Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required