06 gennaio 2010

50000 visite - Considerazioni ed obiettivi per questo 2010 -

Non abbiamo mai mancato di festeggiare assieme a tutti quanti voi,che ci leggete e ci seguite, l'onorevole traguardo delle visite - soprattutto se raggiungono ambiziose cifre di riscontro -.


Siamo arrivati,tutti insieme, a quota 50000 visite:la ferrea e determinata volontà di redigere un serio ed ampio discorso in merito,trova riscontro nell'immagine del PRTSCREEN, di qualche giorno fa, che testimonia non solo l'ambizioso risultato ma anche l'attenzione che vi è stata posta nel ricordarsene,in quanto atteso con orgoglio.



In molti hanno iniziato a seguire, quasi fosse una tradizione, il notro blog, dai primi "timidi" approcciarsi a temi dallos fondo tecnico-personale, dove gli unici interlocutori erano facenti parte di una fetta di appassionati del modello GTV (mod. 916 - ndr) , per passare poi ad una vera e propria full immersion in realtà di raduni ed eventi sia monomarca Alfa Romeo che di multimarca ad interesse storico o tuning.Una finestra sul panorama locale del come viene vissuto l'universo automobile,in pratica..

Importantissimi momenti di aggregazione fra appassionati,che, come da sempre avvengono nella storia dell'uomo, portano a grandi arricchimenti culturali ed in termine anche di amicizie che si accendono spontaneamente, visto le medesime lunghezze d'onda che si vanno a cavalcare assieme..

C'e' stato un grande ed enorme sforzo fatto agli inizi del 2009: la lenta,graduale, ma efficace trasformazione dalla primigenia configurazione di mero "blog" in vero e proprio sito WEB per il nostro amato club, Stile Alfa Romeo. La spontanea esigenza di relazionarci con le altre realtà di cultura sia monomarca che di quelle multimarca , queste ultime nelle rispettive vesti sia di interesse storico che tuning, ci ha portato ad evolvere la natura ed i temi dei nostri scritti, pur mantenendo certe prerogative in termini di oggettività,autorevolezza e prese di posizione decise,anche se dolorosamente necessarie per la reaàltà dei fatti in gioco.



Un'esigenza di relazionarci con le altre realtà del panorama Alpe Adria e nazionale che si è ampliata nello scorso 2009,abbinando un FORUM,parallelamente al sito: sia per consolidare i rapporti fra di noi,abbattendo distanze chilometrice che ci separano durante la settimana e gli incontri, sia per offrire ai nostri soci in primis, ma anche per chiunque ne avesse il desiderio a farlo, la possibilità di dire la sua,di commentare col suo parere e la sua opinione e di interagire con noi tutti.

Un FORUM,quindi, "subordinato" al sito: dove non si parlano,seppur siano sempre interessanti, di sole discussioni tecniche inerenti ai modelli, ma forum che estende le capacità e gli intenti del sito,riprendendo episodi concreti e non solo "virtuali": cosi' si permette a tutti di interagire nello sviluppo degli argomenti proposti in maniera ben piu' ampia e coinvolgente, in quanto li si hanno vissuti, o ci si appresta a viverli in maniera reale. Dal punto di vista prettamente informatico poi, le repliche dei post nel forum consentono un coinvolgimento maggiore rispetto ai post di replica agli articoli dell'interaccia del sito stesso,in calce alla fine di ognuno pubblicato.



Il frutto dell'onorevole traguardo delle 50000 visite è sicuramente da vedersi come il premio per la costanza, l'impegno e la fatica che durante tutto l'arco dell'esistenza di questo sito sin son visti correre a fiumi: non solo scritti ma anche materiale fotografico ed audiovisivo,realizzato talvolta in condizioni climatiche di torrido caldo o gelido freddo...
50000 visite si sposano perfettamente con un discorso che si prefigge un duplice scopo e cioè,congendandosi definitivamente dalla passata stagione 2009, pre entrare decisamente e con vigore in quella 2010,sicuramente per noi di Stile Alfa Romeo come club, ma anche per voi tutti che ci leggete, piu' importante sotto tutti i fronti.

2010 impresso a caratteri cubitali nel nostro immaginario collettivo,di Alfisti, in quanto celebreremo,il primo, importantissimo CENTENARIO della Casa a cui siamo devoti: nel 2010 l'Alfa Romeo compie 100 anni.
100 anni di lunga e dura vita,si costellata da successi mondiali che sono pietre migliari della Storia dell'automobilismo, ed ancora ineguagliati da altre case, che continuano ad invidiarceli, ma anche Storia ricca di momenti molto difficili che spaziano da movimentazioni sindacali, guerre, bombardamenti subiti dagli stabilimenti, commissariamenti effettivi e la vergognosa svendita alla FIAT,e le ultime, ma terribilmente inqueitanti parole, da parte dell'AD FIAT GROUP, Marchionne.

Un CENTENARIO che quindi affida come responsabilità di esser rappresentato da una gamma datata, che langue: certi modelli,nel piano industriale presentato a dicembre scorso, sono assenti o esenti da immediati sviluppi, processi di restyling, sostituzioni..Manca,ANCORA, un'ammiraglia che sostituisca la "166", uscita dai listini ancora anni fa, ma che soprattutto abbia il carattere, indimenticato, della precedente 164, e non si ancora che ne sarà della vendutissima "GT"..

Abbiamo,sulla carta di sicuro, una scioccante INVOLUZIONE TECNICA allo schema delle sospensioni anteriori della futura GIULIETTA,che sarà presentata ufficialmente alla stampa al prossimo,imminente salone di Ginevra: abbandono del quadrilatero alto, per tornare al McPherson in abbinamento al Q2 elettronico. Si differenzierà al retrotreno dalla Bravo,pur derivandone dallo stesso pianale C-EVO, con uno schema BI-LINK in alternativa all'interconnesso della cugina torinese.



Non giudicheremo dal punto di vista dinamico-comportamentale su strada il modello prima di averne avuto modo di saggiarne i primi exploit di persona,e ricordiamoci che tra i nostri soci c'e' gente che le Alfa Romeo sin da piccoli le mangiava assieme al pane...Su questo modello grava il peso del rilancio del Marchio nell'anno del suo CENTENARIO:ma con coraggio,da Alfisti, riconosciamo che la perdita di quei tanto nostri tipici quadrilateri alti,che anche senza ausili elettronici, erano diventati la bandiera moderna della nostra leggendaria tenuta di strada, ridonandoci quel comportamento tanto "Alfa Romeo" rispetto alla piatta concorrenza...Un'errata scelta abbandonarli:scellerata anche sul piano del marketing e della lungimiranza di un progetto che ci permetteva di vantare una bontà a priori,priva di elettronicherie correttive.Ora siamo anche noi nel mezzo del mucchio,verso il quale ci potevamo permettere di puntare,a ragione,il dito accusatore?



Una GIULIETTA, il cui altisonante nome, evoca gloria e momenti di un passato nettamente migliore per Arese...Arese? Giusto...ricordare che nell'anno di celebrazione del CENTENARIO, è precisa volontà del FIAT GROUP perseguire quell'assurdo piano di delocalizzazione della realtà Alfa Romeo dalla sua testa pensante e pulsante, rappresentanta dal Centro Stile. L'assurda volontà di trasferire a "Casa Alfa" a Torino tutti i dipendendi e collaboratori: un'impari lotta, l'ennesima ricomparsa dello spettro dei sindacati nelle trattative col Governo, che rimanda la sentenza dell'esodo definitivo a marzo, dopo un periodo forzato di cassa integrazione. C'e' stata almeno la "sensibilità",se cosi' la si puo' definire,di non chiamare la GIULIETTA,come si era inizialmente proposto, MILANO. Di MILANO si vuol cancellare il ricordo, di MILANO non si deve piu' parlare e nemmeno evocarne il NOME: ma l'Alfa Romeo ha sede a Milano,Milano contrapposta a TORINO e non asservita ad essa..MAI.



L'erba del vicino è sempre la piu' verda,recita un noto proverbio ma è impossibile non provare quanto male faccia vedere realtà,poli autonomi e vitali, come Zuffenhausen, Ingolstadt, Sant'Agata Bolognese: realtà Porsche, Audi e Lamborghini indipendenti,seppur all'interno della Galassia Wolfsburg di Volkswagen.
Una volta Porsche e Mercedes potevano solo che invidiarci la nostra realtà del museo storico Alfa Romeo: oggi, dopo averne realizzato uno proprio,ciascheduna delle sopracitate case, giustamente lo valorizzano non solo per un "semplice" ritorno di immagine fine a sè stessa, ma positivamente strumentalizzandoli per un marketing di tradizione e profonde radici del rispettivo marchio di appartenenza.
Il nostro museo,inutile sottolinearlo, non viene costantemente curato e preso in considerazione:è svilito il suo potenziale e decresciuto il suo prestigio.



Con queste dure,pesanti realtà,e considerazioni, ci apprestiamo a celebrare il CENTENARIO,nella sua forma ufficialmente prevista: un programma dei festeggiamenti, circolante da venerdi 4 dicembre 2009 che ha saputo già suscitare un'ampia serie di considerazioni.
Una su tutte regna sovrana:l'impari confronto con Audi, nel suo, appena trascorso di centenario del 2009.Audi non ha badato a spese per valorizzare, con una serie di iniziative su ampia scala europea, coinvolgendo anche il panorama italiano con l'intervento diretto ed ufficiale della casa stessa per non parlare dell'incremento della salvaguardia storica della divisione,appunto, storica del colosso teutonico. Risultato finale?Ritorno di immagine splendido a 360 gradi:assolutamente indiscutibile.

Da Alfisti ci apprestiamo a partecipare a qualunque manifestazione che durante l'arco dell'anno 2010 celebrerà la magnificenza e la dovuta gloria di questi primi 100 anni di Alfa Romeo:dando alla componente monomarca del nostro club la massima precedenza su tutte le altre manifestazioni della stagione 2010,anche se cio' dovesse, purtroppo, sacrificare qualche data importante. La nostra indiscussa natura di club monomarca Alfa Romeo, mai come prima d'ora, quest'anno sarà forte e passionale.



Come già preannunciato durante la cena sosciale del 12 dicembre 2009 scorso, nel 2010 avremo un rapporto molto stretto e sinergico col RIAR ed in cio' avere l'ausilio logistico di una vera e propria segreteria, come noi abbiamo, permetterà di aiutare al meglio tutti i nostri soci a perseguire quell'ambizioso traguardo di appartenere al Registro Italiano Alfa Romeo.

La nostra componente nel partecipare ai raduni tuning multimarca non subità cambiamenti di forma o sostanza: tanto ci hanno dato due stagioni, la 2008 e la 2009, nel promuovere attivamente l'immagine del Marchio sul campo.
Ci sarà, sicuramente, un netto ridimensionamento delle date ufficiali scelte, da inserire nel Calendario del club: sarebbe insostenibile per qualunque club od associazione ripetere,o superare, la partecipazione della passata stagione:abbiamo visto sorgere alla vera e propria comparsa di quasi un raduno tuning alla settimana.
Al di là di ogni considerazione logistica in merito, vi è la difficile responsabilità di dover scegliere degli eventi che siano compatibili in base alle richieste espresse dai nostri soci in piu' riprese.

Con queste 50000 visite,dopo averle faticosamente raggiunte,e godercele come una medaglia al petto,siamo ancora piu' carichi e determinati di prima a perseguire con assoluta certezza ed indubbia motivazione il nostro obiettivo principale:essere ALFISTI in quanto tali.



A tutti voi che ci leggete e che ci seguite,rinnoviamo i nostri piu' sinceri,sentiti e forti ringraziamenti e vi promettiamo,anche quest'anno di non deludervi!Di carne al fuoco e di iniziative piu' che interessanti,il 2010 sarà ricco come non mai, soprattutto nell'alta qualità com'e' consono a chi ama l'Alfa Romeo e l'universo dell'Automobile.



Topic riservato alla discussione nel ns. forum qui: http://stilealfaromeo.forumfree.it/?t=45277909

Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required