29 gennaio 2010

La lettera di Gippo Salvetti al CorSera

.la visita al Museo di Arese è stata la goccia che ha fatto traboccare un vaso già stracolmo,da 25 anni,di acqua putrida...con piacere riporto la lettera del grande Gippo Salvetti,presidente dell'Alfa Blue Team Milano:

"..Lettera aperta al Corriere della Sera.

Milano 25 Gennaio 2010.



" L'Alfa non è una semplice fabbrica di automobili. Le sue auto sono
qualcosa di più che automobili costruite in maniera convenzionale. E' una
specie di malattia, l'entusiasmo per un mezzo di trasporto. E' un modo di
vivere, un modo tutto particolare di concepire un veicolo a motore. Qualcosa
che resiste alle definizioni.

I suoi elementi sono come quei tratti irrazionali dello spirito umano che
non possono essere spiegati con una terminologia logica. Si tratta di
sensazioni, di passione, tutte cose che hanno a che fare più con il cuore
che con il cervello".

Cosi, nel 1970, si esprimeva l'Ing. Orazio Satta, Responsabile della
Progettazione Alfa Romeo negli anni della Presidenza di Giuseppe Luraghi.

Gli anni, per intenderci, della costruzione dello stabilimento di Arese e
dei bilanci in utile; gli anni della Giulietta, della Giulia, della 1750 e
delle mitiche Spider e GT.

In questa riflessione si trova la migliore risposta alle recenti
"esternazioni" del Dr. Marchionne, ultimo Responsabile del Gruppo Fiat,
continuatore di una linea di pensiero espressa dall'Avvocato Agnelli al
momento dell'acquisizione dell'Alfa:

"Ci siamo annessi una provincia debole".

Fiat e Alfa hanno due modi di concepire l'automobile del tutto
incompatibili:

Ecco perché, fin dal momento della sua "conquista" da parte di Fiat l'Alfa
Romeo è stata umiliata e oggi viene ridotta al ruolo di "stampella" per
raggiungere volumi adeguati di produzione (cfr articolo Corsera di
Tedeschini del 19 scorso).

Ecco perché oggi ci associamo all'invito a vendere l'Alfa Romeo rivolto alla
Fiat da M. Mucchetti sulle pagine del Corriere della Sera del 17 scorso.

Dr. Marchionne, venda l'Alfa Romeo! Non si renda responsabile della
distruzione di un mito che il 24 Giugno 2010 farà muovere verso Milano
migliaia di appassionati da tutto il mondo per celebrare il centenario
dell'Alfa, che la Fiat vuole dimenticare.

Dr. Marchionne, venda l'Alfa Romeo, perché non è, come lei afferma, "un
bambino da cullare" ma una Storia gloriosa da recuperare e proiettare nel
futuro con la passione di Orazio Satta.

Dr. Marchionne, venda l'Alfa Romeo, perché anche le imprese hanno un DNA e
quello dell'Alfa è incompatibile con Fiat.

Dr. Marchionne, venda l'Alfa Romeo e tutti noi appassionati Le saremo
grati......e forse compreremo una 500 come seconda macchina.



f.to

Un folto gruppo di Alfisti e non..."

Carissimi amici alfisti e non,

Giovedì 21 Gennaio nella sede dell'Alfa Blue Team è stata, all'unanimità dei
presenti, stilata questa lettera aperta da inviare al Corsera, a seguito
delle dichiarazioni lette nei giorni scorsi sullo stesso quotidiano ad opera
del Dott. Marchionne e relativi interventi da parte di autorevoli
giornalisti.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Se anche voi condividete, come ci auguriamo, lo spirito di questa lettera,
vi prego di:

1) diffonderla presso altri amici appassionati

2) rispondere immediatamente alla mia e-mail salvetti@enniosei.it
semplicemente "SI' CONDIVIDO, NOME COGNOME, CITTA'"

3) I nomi dei sottoscrittori verranno messi in calce alla lettera che
verrà inoltrata tra pochi giorni



Vi ringrazio per l'attenzione e per l'opera di diffusione che potrete fare,
pur sapendo che, goccia nel mare, ogni tanto si ha il diritto di alzare la
voce.



Con cordialità.




Gippo Salvetti


(presidente Alfa Blue Team, Milano)

-------------------------------------------------------------------------------------


A nome di Stile Alfa Romeo intero, la lettera è stata sottoscritta ed inviata a Gippo Salvetti,in quanto tante piccole gocce assieme possono anche creare una forte correte e non lasciare soli a combattere i pochi "grandi"...

Onorati di aderire all'iniziativa come Club..

.Mario A. Lodola in piu' occasioni ci ha parlato della figura di Gippo Salvetti,come quella di un grandissimo SERIO appassionato e sempre elogiando l'Alfa Blue Team:sempre onorando con sommo rispetto cio' che questo club è riuscito a costruire nel tempo,consolidandosi come una realtà veramente "bella" ed unica nel suo genere.

Nessuno di noi si tirerà indietro:soprattutto ORA che la triste realtà dei fatti è trasparita tutta dalla visita guidata al Museo. Certi che ci leggono "dall'esterno" della nostra comunità potrebbero anche sogghignare fra i denti "hanno scoperto l'acqua calda"...ma il fatto è che certe volte le parole ed i testi che leggiamo nei libri a tema o sui giornali non riescono a fornire le stesse sensazioni ed EMOZIONI che si prova con la CRUDA realtà dei fatti sotto gli occhi....degrado,desolazione,licenziamenti,distruzione di un patrimonio tecnologico che era PRIMO nel mondo.....e relativo SACCHEGGIO verso il forziere di Maranello,solo per dirne alcuno..

Spero che l'iniziativa del Gippo Salvetti abbia riscontro e clamore:noi tutti siamo in prima linea per la salvaguardia del patrimonio tecnico e di tutto cio' che Alfa Romeo rappresenta nel mondo come Casa.

Link diretto sul ns. forum qui: http://stilealfaromeo.forumfree.it/?t=45747086

1 commento :

D Entertainment ha detto...



Nhạc Thành kinh ngạc mà hỏi.

- Nhạc Thành bên trong nguy hiểm, mau cho nàng ra.

Yêu Huyên đến cửa sơn động Hỏa Lão liền nói với Nhạc Thành.
đồng tâm
game mu
cho thuê nhà trọ
cho thuê phòng trọ
nhac san cuc manh
số điện thoại tư vấn pháp luật miễn phí
văn phòng luật
tổng đài tư vấn pháp luật
dịch vụ thành lập công ty
http://we-cooking.com/
chém gió
- Có lẽ với nàng ta sẽ không có nguy hiểm.

Nhạc Thành cất tiếng nói, trong lòng hắn cũng hơi lo lắng, nếu đây thật sự là linh mộ của bát sí linh mãng thì kết giới này hẳn là thuộc về của viễn cổ ma thú bát sí linh mãng.

- Ngươi đừng đi vào, ta đi vào trước.

Yêu Huyên quay đầu nhìn Nhạc Thành mà cất tiếng nói.

Các nàng nhìn thấy Yêu Huyên đi vào trong cửa động thì cũng lo lắng, từ bên trong truyền ra một khí tức cường hãn khiến cho các nàng không cách nào tiến lên một bước.

Yêu Huyên chăm chú nhìn một mảng cuồng bạo khí tức phía trước.

- Xoẹt.

Nàng do dự một chút rồi tiến nhập vào bên trong, trực giác của nàng cho biết luồng khí

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required