01 maggio 2012

SPA ITALIA - CIRCUITO DI SPA FRANCORCHAMPS - 28 aprile 2012

INTRODUZIONE La pianificazione nel partecipare a questo evento risale già a novembre 2011, quando se ne discusse nei meandri di Stile Alfa Romeo - ma all'epoca eravamo troppo impegnati mentalmente con l'organizzazione del Gran Galà di Palmanova e si mise pertanto il tutto nel "congelatore" delle idee. Riproposto nella riunione del 28 gennaio scorso ai ns. soci, nonostante qualche perplessità nel dover affrontare "qualche km", l'adesione di altri due equipaggi con annessi GTA c'e'stata.

Parliamo di "altri" due equipaggi in quanto la "mente promotrice", cioè il nostro Ricky, è da considerarsi appunto il terzo vertice di questa formazione Alfista che ha sferzato un duro colpo color rosso Alfa nel cuore piu' profondo del territorio teutonico...

Lo sforzo logistico prima di partire è stato enorme e sembrava enorme:in verità nel "procedere" il tutto si è dimostrato molto piu' semplice di quello che si potesse pensare.Viaggiare apre la mente dicono i saggi ed è vero..nel nome dell'Anonima,nel portarne lo stendardo alto nei cuori di tutta Europa tutto è piu' facile!!

 ..27 aprile 2012..un manipolo di Alfisti penetra nel cuore della profonda Germania affrontando autobahn fradice di pioggia - a tratti nebbia -,code infinite a Monaco,a Stoccarda e a Mannheim..affronteranno il Raidillon..il rettilineo del Kemmel ed il complex del Les Combes a Spa detto l'INFERNO DELLE ARDENNE..affronteranno il Karussell e l'immane salita dello Breidscheid al Nordschkeife detto l'INFERNO VERDE...vagheranno fino a Hockenheim per calcarne il suolo intriso di leggenda.

Se volete leggerne le gesta compiute in questa Alfistica riedizione della saga degli ANELLI del Nibelungo continuate a leggere questi capitoli che seguiranno! :-)

SPA ITALIA - SABATO 28 APRILE



Grazie ad un'idea di diversi possessori di GTA, principalmente esteri, e ad una serie di contatti si è riusciti ad organizzare un evento dedicato alle GTA, durante l'annuale raduno di SPA Italia. Per chi non conoscesse SPA Italia si tratta di un raduno dedicato a tutte le auto italiane, che si tiene ogni anno presso il circuito Belga di SPA-Francorchamps - riferimento: www.spaitalia.be ) e che per il 2012 si è svolto il 28 e 29 aprile.


















Il programma prevede l'accesso a condizioni di favore a SPA Italia, un'area dedicata per l'esposizione delle GTA, una sessione in pista dedicata alle sole GTA al sabato pomeriggio, una seconda sessione alla domenica, la possibilita' di cenare all'Eau Rouge, alcune agevolazioni sugli alberghi. Al fine di organizzare la partecipazione all'evento e' stato richiesto di coordinare i contatti fra i Club Italiani, quelli esteri e l'organizzazione di SPA Italia. Il costo dell'evento, per due giorni, e' di 130 euro complessivi, per due persone ed una vettura, incluso il turno (30 minuti) in pista di sabato. ..
In pratica si gira nell'area intorno al circuito (che ha stra-meritato decisamente) e che faceva parte del vecchio circuito di SPA (che era molto piu' lungo di oggi, a livello del Nurburgring, ed era parzialmente stradale). Il concorso d'eleganza e' piu' dedicato alle storiche, che noi non avevamo purtroppo con noi.









Raffinato organizzatore logistico di questa trasferta è stato il nostro prode Ricky che ci ha agevolato in tutto e per tutto in ogni minima fase coordinando non solo le nostre esigenze di trasferimento ma riservandoci sorprese che saranno piu' che gradite nel corso del viaggio stesso!
Questo va ricordato - e sottolineato - in quanto se non fosse stato per lui la dimensione che ha acquisito il nostro club non sarebbe mai stata raggiunta:provare,sperimentare,crescere migliorandosi per l'Anonima.
Questa è la nostra filosofia e quando ci spostiamo,che sia di 50,100,500 o 1000 km lo facciamo sempre ricordandoci che rappresentiamo l'Alfa Romeo e grazie quindi a chi ci aiuta a farlo sempre meglio!


Il piatto "forte",cioè l'attrattiva della giornata sicuramente l'ha fatta la SPETTACOLARE pista di SPA FRACORCHAMPS.
Non staremo qui,ora, ad elencarvi tutta l'intrisa storia del circuito,tutte le sue caratteristiche,tutti i suoi cmq di asfalto baciati da campioni del calibro di Michael Schumacher (Spa causa vicinanza con Kerpen, sede dell'autodromo di famiglia è considerata la pista di casa per il sette volte campione del mondo di F1 -ndr) giusto per ricordarne l'ultimo e della sua MAGIA:le noiose recensione intrise di dati tecnici di chi non puo' vivere gli eventi che seduto davanti ad un monitor e per occhi e bocca di altri le lasciamo stare a chi, appunto, è destinato a questo modo di "vivere i raduni" non assaporando assieme ad amici e compagni esperienze come queste.
Abbiamo sempre detto che la realtà Alfista va vissuta sul campo e siamo felici,ancora una volta in piu' di esser stati coerenti con noi stessi nel potervi,oggi, proporre per l'ennesima volta le emozioni, i brividi - anche di un pelo di paura si non lo nascondiamo - provati in quel di SPA...cliccate nel link soprastante per sapere TUTTO,ma proprio tutto sul circuito dal punto di vista nozionistico:lo raccomandiamo ai piu' curiosi divoratori di dati di sicuro!


Sicuramente cio' che ci ha catalizzato,anzi ipnotizzato, al nostro arrivo, è stata l'imponente salita del Raidillon: la sua sacralità,vista dal basso è degna di rispetto e di ammirazione.

Da dove eravamo collocati,non potevamo renderci conto COSA ci fosse dopo e quindi il Raidillon per noi rappresentava già delle colonne d'Ercole inespugnabili: piu' tardi ci saremmo resi conto che la fama dell'Inferno delle Ardenne è ben meritata e che per i deboli di cuore non c'e' scampo, non c'e' posto e che solo per chi ha il pelo sullo stomaco c'e' spazio in questo circuito SPETTACOLARE!

E mentre noi,appena giunti dentro le porte del circuito, ammiravamo chi già si lanciava in sessioni iperboliche con un suoni ed echi di scarico che erano un letterale piacere e godimento per le nostre orecchie - anche altri partecipanti hanno iniziato ad affluire nell'area riservata alle Alfa Romeo.

Noi siamo giunti di buon mattino ad effettuare l'accredito presso una serie di controlli preposti che in un francese stretto ci davano il loro benvenuto!

L'aspetto linguistico,in una zona d'Europa dove l'inglese non è proprio "ben accetto" :-), è stato piu' che sopperito da una goliardia tipicamente Stile Alfa Romeo: precisiamo innanzitutto che eravamo l'unico club italiano presente alla manifestazione!!
E questo non è passato affatto inosservato..anzi..

Moltissimi degli altri partecipanti, chi da privato o come rappresentati di club ci si sono avvicinati per chiedere informazioni e farci i complimenti per aver affrontato cosi' tanti chilometri.

Possiamo citare fra tutti gli amici del club "Alfa Romeo Boxer" che ci hanno tenuto compagnia e fornito informazioni durante tutto l'arco della giornata ed ai quali mandiamo un grossissimo saluto!
In special modo al simpaticissimo Arturo, un fortissimo appassionato!

Ci ha accolto benissimo con tanto calore anche il grande appassionato inglese Nigell , in gran sintonia con Ricky: un forte appassionato, che ha curato moltissimo della logistica del suo club inglese e che seguiva sempre con interesse i suoi ragazzi dallo schierarsi in esposizione,allo sistemarsi a tavola a cena..un esempio da seguire!
Entrare in contatto con personaggi simili non puo' che essere una fonte di arricchimento interiore per noi tutti!



Man mano che i minuti passavano,sempre piu' partecipanti andavano a schierarsi ed a far bella mostra di sè: dal privato con la famiglia a seguito dalla lontana Finlandia accanto a noi proprio, al patito del track day con la sua amatissima Giulia GT adattata da corsa su carrello trainata da una rigorosa Alfa 164!!
Abbiamo visto tantissimi giovani,moltissimi giovani appassionati intrisi di amore verso questo marchio: come anche mature coppie che si schieravano accanto a loro.Vedere MiTo accanto ai GTV V6 e 75 3.0 in Italia è cosa rara (ma non impossibile...) mentre qui si respira un'armonia,un'atmosfera di pace, di condivisione di un unico obiettivo finale cioè rendere ancora piu' grande il nostro amato Marchio!!

GTA di colorazioni che in Italia, patria del dove sono stati prodotti, vengono decantati come rarità introvabili qui gli appassionati Alfisti ne schierano a decine accanto a possessori di Duetto e Spider che sono altrettanto orgogliosi di esserne a fianco...non c'e' divisione di età,produzione,trazione e modello..qui si è tutti uniti,si è sotto un'unica bandiera,ci si rispetta a vicenda e ci si ammira riconoscendosi pregi e difetti.
E' un paradiso di utopia Alfista che esiste realmente!;-)

Esemplari esposti?Semplicemente fantastici,stupendi e curatissimi: certi esemplari tenuti al limite della maniacalità come proprio questo vitaminizzato V6 Busso..1a scelta per chi voleva lustrarsi gli occhi di visioni Alfista!
L'area GTA era veramente pregna di gran pregio e chicche di raffinata selezione.. come questi due vani motore che andiamo a proporvi nelle foto qui di lato..

Il virus Alfa Romeo oramai è entrato nel DNA di questi partecipanti che hanno veramente curato a livello maniacale moltissime parti dei loro esemplari a livello di preparazione meccanica dal comparto del motore stesso fino ad assetti di estrema precisione chirurgica come avremo modo di vedere piu' tardi nella sessione in pista...certo che essere immersi in questa esposizione non fa che rilasciare ancora di piu' entusiasmo e voglia di vedere cosa ci sia al di là della zona a cui siamo stati assegnati...;-)
L'Alfa Romeo club nazionale del Belgio era presente in forma ufficiale col proprio gazebo e area riservata ai propri soci. Primo per grandezza, ha curato anche la presenza della delegazione al Centenario Alfa Romeo a Milano nel 2010 e difatti molte vetture recavano ancora l'adesivo dell'avvenuto accredito alla manifestazione:fa un certo che pensare che in quelle 3500 Alfa presenti quel giorno,ci si era già conosciuti...




Piu' si vaga per l'estera area espositiva e piu' prendiamo confidenza con la disposizione dell'evento:le Alfa Romeo le fanno veramente da PADRONA in quanto se l'evento si chiama SPA ITALIA - ed aperto a tutte le vetture dei marchi italiani ,come avremo modo di vedere dopo - è da dire che le vetture del Drago Visconteo dominano senza paragone e sono supportante da un entusiasmo pazzesco!

Pochi metri piu' in là,sotto la torre della direzione di gara, c'e' pure la splendida esposizione di pregiati e rari modelli dei nostri "cugini" Lancisti che veramente lascia a bocca aperta i palati piu' raffinati.
Presente anche uno stand ufficiale della Martini,sponsor tecnico della manifestazione che - ovviamente fa volare la mente agli indimenticabili momenti di vittoria delle Lancia nei mondiali Rally!!

La torre del circuito domina la curva della "Source" e la discesa che da essa porta al "Raidillon" stesso:ospita anche alla sua base un negozio di souvenir ovviamente..fa un certo che vederla estendersi verso il cielo dopo averla vista come un'inarrivabile struttura durante i gran premi di F1 negli anni trascorsi e chissà quanto sono le vetture che sfrecciando sotto,essa ha visto..

Collocata nel cuore del paddock del circuito,da essa è possibile vedere tutte le aree del circuito occupate dai marchi italiani presenti oggi: Alfa Romeo, Lancia, Fiat, Lamborghini e...Ferrari. Disposti ordinatamente su diversi livelli (ricordiamo che Spa è un circuito con dei saliscendi e variazioni altimetriche caratteristiche per chi ancora non lo sapesse -ndr) che vanno a costituire il circuito stesso.

Proprio di fronte la torre era dedicata un'area espositiva ad operatori del settore, degli stand con parti di ricambio per Alfa Romeo d'epoca e non solo.

Tra tutti spicca il vecchio logo "Alfa Club": qui in Belgio esso viene utilizzato "bene"! ;-) Ci ha attratto il Ducato colorato di uno sgargiante rosso che ricordava i vecchi furgoncini Alfa Romeo 
con tanto di loghi e scritte fatte ad hoc: cosi' si sono richiamati i fedelissimi del nostro Marchio,con la possibilità poi di trovare allo stand veramente tantissimo merchandising di alta qualità.

Presente all'interno dello stand una bellissima stampa a pannello appesa che rende pienamente tributo alla famiglia Alfista, esponendola per quello che è,cioè una grande famiglia di modelli accumunati da un'unica filosofia
costruttiva come si accennava pocanzi: un grande albero, formato da tanti rami  che portano solo che buoni frutti..essi sono le Alfa Romeo che noi tutti amiamo.

Qui sembra di essere proprio in quel paradiso di condivisione della passione con reciproco rispetto delle proprie individualità che in Italia è ben lontano dall'essere raggiunto e condiviso dalla totalità degli appassionati del Marchio.

Abbiamo molto da imparare,se consideriamo che siamo il Paese che ha dato i natali all'Alfa Romeo:dobbiamo solo che imparare dalle realtà estere (e in questo ci viene in mente il nostro vicino "Le Vipere del Carso" che esterna la stessa filosofia che troviamo qui in Belgio) che concretizzano la condivisione della Passione e non la soltanto vaticinano,per comportarsi poi diversamente nella pratica.

Dopo queste ovvie riflessioni, vaghiamo ancora per l'area espositiva del circuito ed incontriamo Alfa Romeo di ogni dove,come e quanto fieramente schierate come non mai...anche esempi bizzarri di colorazioni ai confini della realtà...

..come questo 33 maniacalmente tenuto in condizioni di perfetta efficienza che si schiererà con i suoi confratelli di gamma tra cui spiccheranno ovviamente gli esemplari PERMANENT che abbiamo avuto modo di ammirare proprio presso lo stand degli Amici di Alfa Romeo Boxer di cui parlavamo prima..
Ma le colorazioni "forti" non si esauriscono con questo 33..

..e in questa Giuletta, da gara - con anche la presenza di roll-bar interno - ne è testimonianza.
Questo esemplare ha catturato moltissimi sguardi sia per la sgargiante livrea che piu' tardi in pista, come abbiamo avuto modo di vederlo all'opera!!
Impressionanti le modifiche effettuate per renderlo un letale mezzo da circuito..

Glorie del passato e attuali must del presente si condividono scenari di parcheggio mostrando tutta la gamma di produzione dagli anni 60 in poi..veramente un grande schieramento di esemplari nelle molteplici varianti..

Esemplari curatissimi come questo GTV - o come questo  75 3.0 sono solo che esempi della veramente vasta presenza di modelli esposti.

Tantissimo pubblico partecipante quindi che ci ha permesso di poterli ammirare:ricordiamoci che siamo sempre in un paese estero e non in ITALIA quindi fa un certo che vedere il trasporto e la passione per il nostro Marchio condiviso da Francesi,Tedeschi,Olandesi,Inglesi e Finlandesi.
Almeno per tutte le nazionalità che abbiamo potuto riscontrare:essendo cosi' mumerosi i partecipanti non possiamo dire se ce ne son stati di piu'...;-)

E girando fra le "glorie" del passato ci imbattiamo in un qualcosa di molto,molto raro come avrete modo di visionare qualche riga piu' sotto.. quando l'abbiam vista ci siamo stupiti non poco di verderla qua in Belgio...giudicate voi!
Difficile vederla ai raduni in Italia, ancora piu' sorprendende la sua presenza qui, lontano dal patrio suolo italico!
Ma ora basta il tempo degli indugi,piano piano si sta avvicinando il fatidico momento che tutti sappiamo sta per arrivare..la discesa in pista su sua Maestà SPA...ritenuto il piu' bel circuito del mondiale di F1, il piu' difficile, il piu' arduo da completare:l'inferno delle Ardenne ci attende e noi di Stile Alfa Romeo non ci tiriamo indietro!
Da dire che - come al solito - il piu' preparato e tecnico fra noi tutti è il sempre-solito Ricky che si è premurato di effettuare la conoscenza del tracciato con tanto di istruttore al suo fianco in maniera diligente.
Effettuare dei giri di pista per apprendere al meglio possibile i primi rudimenti del circuito con un professionista del mestiere è la cosa piu' valida prima di tutto ai fini della sicurezza e poi sicuramente per godersi al meglio la giornata:SAPERE COSA NON FARE,e magari ritenutolo corretto fino a prima, comprendendone i perchè è una gran cosa!Intanto noi ammiriamo le gesta del prode Ricky che ci da dentro con testa e coscienza..

Dal punto della tribuna dove avevamo accesso i nostri fotografi hanno fatto miracoli, posizionandosi in maniera tale da inquadrare al meglio Ricky..

Da dire che l'episodio della sessione con l'istruttore ha alimentato una leggenda metropolitana che nessuno sarà in grado di smentire:Ricky,man mano che macinava giri andava sempre meglio come traiettorie,sotto l'attenta guida dell'istruttore..ma chi è questo istruttore che solo lui ha visto?...

Con l'istruttore al fianco offreperformance da record e...l'istruttore dicono sia un certo "Michel Bernadette"...un ex pastorello che come ti  porta in cima all'Eau Rouge,se la prendi come ti dice lui,di visioni ne vedi eccome..chissà chi sarà sto' Michael che solo Ricky vedrà e mai nessuno conoscerà - e che alla fine della sessione sparirà per lasciare illuminazione e verbo divino del sacro percorrere SPA.... ;-)
Non indugiamo oltre..l'INFERNO DELLE ARDENNE attende nuove "vittime" sacrificali e non possiamo piu' rimandare cio' che ci da ansia.. . Darione capitano di equipaggio scende in pista, preceduto dal Peter & Sonia e da il meglio di sè: Darione diventerà Leggenda di SPA..

Scendiamo da "La Source" e prendiamo il "Radillon" dopo esser entrati come bestie nell' "Eau Rouge".. fatta!! Oh ragazzi - esserci è diverso che vederlo:il che non significa che sia facile ANZI - ci vuole concentrazione e rispetto massimo ma Darione ce ne ha da vendere e cio' che troviamo "su" , oltre quelle colonne d'Ercole che accennavamo ad inizio recensione è il rettilineo del "Kemmel" che ci porterà in un'angosciante discesa tutte curve a velocità indemoniate.. cioè "Les Combes"..preghiamo tutte le divinità pagane che ci vengon in mente - non si sa mai - soprattutto nel guardare gli specchietti retrovisori dove frontali di GTA di tutte le nazionalità stanno sopraggiungendo famelici... 

L'altra difficilissima serie di curve da raccordare - si ma tutti buoni col compasso a tavolino,in pista è diverso! - è la "Double Gauche".. e fatti "Campus" e "Courbe Paul Frere" capiteremo sul "Blanchimont": i nomi li scopriremo dopo, quando finiremo tutto quanto perchè qua come finisci di uscire da una curva, col cuore in gola e i battiti all'impazzata, devi prepararti alla serie successiva e passare dai 460m ai 300m di dislivello altezza a velocità da pista non è uno scherzo!
Qua si fa sul serio e con tutto per il rispetto del tempio velocità "Monza", qua siamo su un altro pianeta:!
I ragazzi in pista tutti corretti,tutti gentlemem drivers,nessun problema nessuna "toccata" fra noi e molto fair play:cosi' ci piace e grande applauso!
Esperienza da riprovare sicuramente e Darione si appella il titolo di RED FLAG MAN!
Altro episodio che entra nella hall of fame di Stile Alfa Romeo!!
La serata si concluderà con una grande cena con gli Amici del Club Inglese ed il grande Nigell in persona: comicità e goliardia tra il gruppo inglese e noi italiani non sono mancati ed è stata una bella esperienza culminata nel "dolce mancante"..;-) 
Siamo stati felicissimi di come è andata la giornata e non possiamo che tirare un positivo bilancio di questa esperienza sotto molti punti di vista:l'evento ha strameritato di essere vissuto e di essere colto come grande opportunità.
Ha valso la pena sacrificare qualche evento locale,anche dispendioso (in paragone) in termini economici, per convogliare le riserve fisiche,mentali e monetarie verso un'esperienza CONVOLGENTE,UNICA, STREPITOSA come questa di SPA...che assolutamente Stile Alfa Romeo vuole ripetere e quando noi diciamo VOGLIAMO sappiamo già che sarà la miglior esperienza di SPA di SEMPRE... ;-)

Ovviamente questa esperienza è stata resa indimenticabile dall'ottima e meravigliosa presenza di compagni di viaggio eccezionali, strepitosi,unici... Darione,Ricky,Sandra,Peter,Sonia,Gabry..senza di loro questa "prima volta" a SPA non sarebbe stata cosi' unica com'e' stata..ci auguriamo - e ci prodigheremo di far che si che avvenga - che la prossima edizione di SPA ITALIA sia popolata di ancor piu' magliette di Stile Alfa Romeo con la presenza dei nostri imbattibili e leggendari soci!!
Intanto con questa foto,dove tutti siamo sorridenti e felici sotto la mappa del circuito, reduci da una sessione infernale non sappiamo ancora COSA ci avrebbe atteso meno di 24 ore piu' tardi.. .il Nordschleife. .l'INFERNO VERDE.. e tutte le leggende sul suo conto NON SONO METROPOLITANE ma lo scopriremo domani nel secondo capitolo della saga dell'Anello del Nibelungo Alfista..

Stile Alfa Romeo DOMINA e ESPUGNA SPA

Ringraziamo DARIO e SONIA per il loro enorme contributo fotografico per questa esperienza estera:impeccabili come sempre nell'immortalare attimi,momenti e ricordi che possono essere rivissuti solo grazie ai loro scatti.
Potete visionare i TRE ALBUM dedicati all'evento seguendo i link qui sotto:




Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required