23 marzo 2015

#ALFADRIVINGDAY - CENTRO INTERNAZIONALE DI GUIDA SICURA - AUTODROMO VARANO DE MELEGARI - 21 marzo 2015

CENTRO INTERNAZIONALE DI GUIDA SICURA



Una storia che corre su quattro ruote da oltre vent’anni, dalle piste di Formula uno ai circuiti dell’Autodromo di Varano de’ Melegari. Dalla competizione alla sicurezza di controllare perfettamente il proprio veicolo. Nato nel 1991 dalla passione di un uomo di corse come Andrea de Adamich, il Centro Internazionale Guida Sicura opera nell’ambito della formazione alla sicurezza stradale, in uno storico rapporto di collaborazione con Alfa Romeo, e coniuga, ai più alti standard di professionalità, formazione e sicurezza.


Si imparano da affermati piloti le tecniche migliori di guida durante i Corsi di Guida Sicura e Sportiva, per guidare in tutta sicurezza. Nel corso degli anni il Centro ha sviluppato anche Corsi di Guida Avanzata ed Evoluta, ampliando la sua già vasta conoscenza del settore. 180 giornate di corsi, 4.000 partecipanti ogni anno, un autodromo a disposizione esclusiva e un team con i migliori Piloti-Istruttori ne fanno una struttura leader in Europa.


#ALFADRIVINGDAY
La sveglia suona nel cuore della notte, alle 4.00 per la precisione, in quel di Trieste: sono ben 440 km che ci dividono dall'autodromo di Varano de Melegari e dobbiamo arrivarci entro le 9.45, orario previsto per l'inizio di questa manifestazione evento organizzata da Alfa Romeo Mercato ITALIA in collaborazione con il CENTRO INTERNAZIONALE DI GUIDA SICURA ed il suo incredibile professionale staff. Il viaggio è tranquillo e rilassato e ci permette di arrivare addirittura in anticipo, consentendoci di espletare tutte le formalità del caso presso la zona di accredito della struttura.


Non passa molto tempo che arrivano i primi "volti noti" della situazione, rappresentanti di altri club a livello nazionale, che abbiamo già avuto la fortuna di conoscerli in precedenti manifestazioni: uno spasso quindi ritrovarsi qui, in questa "mecca" per noi Alfisti, dal sapore sportivo dove si ritorna sempre volentieri perché non si smette mai e poi di imparare e di migliorare.


Momenti resi lieti anche dalla conoscenza di altre nuove piacevoli persone: dopo che la fase di accredito è terminata, possiamo finalmente accedere alla sala dove ci verranno presentati gli istruttori della giornata odierna.


Saranno loro gli artefici del progressivo miglioramento che vedremo svilupparsi dalle prime ore della mattinata, sino al tardo pomeriggio: con pazienza, metodo, professionalità ma anche quel pizzico di ironia che non guasta mai in situazioni come queste, dove si è qua si per imparare ed affinare le proprie conoscenze di guida, ma se lo si può' fare in un clima rilassato ed amichevole è ancora meglio! Gordon de Adamich inizia ad introdurre quello che sarà il programma della giornata, per poi lasciare la parola agli istruttori stessi...non prima di aver ricordato a tutti gli allievi che nella SD a loro consegnata per registrare i video on board, registrano anche l'audio! ;-)


LA TEORIA DI GUIDA

Qui al CISG la teoria di guida parte da elementi basilari: la corretta posizione delle mani sul volante per avere il 100% della presa in maniera sempre corretta. Concetti come il non esser troppo lontani per avere meno presa sul volante, non tenere mai la braccia tese, posizione dello schienale ed il dedicare il tempo a trovare la corretta posizione di guida sono essenziali ed importantissimi. Per non parlare dell'aspetto della distribuzione dinamica dei carichi a terra o la traiettoria delle curve..


Dopo aver trattato l'argomento della deriva dell'avantreno o concetti come la distribuzione dinamica dei carichi a terra trasversale, l'obiettivo visuale finalmente passiamo all'arena di combattimento, dove oggi i nostri prodi si daranno battaglia, non sui tempi per un primo o secondo posto,ma per vedere chi avrà capito MEGLIO le lezioni e le nozioni inoculate dagli istruttori.



ESERCIZI IN PISTA

Dopo esser stati divisi in tre gruppi, i gialli, rossi e verdi, gli allievi vengono reclutati da una coppia di istruttori per ogni squadra che li seguirà passo passo nel percorso formativo in una serie di esercizi pratica alternati per ogni gruppo, in modo tale che tutti abbiano, a fine giornata, provato tutto nelle varie fasi.


Inizieremo, nel nostro specifico caso col famigerato "mini-skid", vera croce e delizia per alcuni: solo guardarlo mette ansia. Ma anche no: se si ascoltano i consigli degli istruttori, le correzioni che suggeriscono ad una tecnica di guida sbagliata si notano immediatamente dei miglioramenti che hanno del prodigioso. Il problema non è "dimostrare di saper fare" ma di "saper ascoltare"...


Alla fine della prova si passerà ad una serie di giri in pista: il primo giro guidava l'istruttore per far vedere il circuito agli allievi, mentre già al secondo giro saranno gli stessi allievi a doverlo percorrere alternandosi fra Alfa Romeo MiTo QV e Giulietta QV. Nella giornata di oggi solo la MiTo era dotata di telemetria ed il riscontro viene consegnato agli allievi al termine di ogni loro sessione.



Ma il miglior guerriero ha bisogno di combattere a pancia piena ed ecco arrivare in soccorso dei nostri eroi la struttura ricettiva presente nell'autodromo stesso per offrire una necessaria pausa pranzo di in un ambiente rilassante che permette, sfruttando l'intimità che si viene a creare durante il momento conviviale stesso, di chiacchierare amabilmente coi propri compagni di corso. Ma il tempo è tiranno e bisogna rientrare per affrontare la parte pomeridiana riservata ad altri esercizi...


Nella fattispecie test di frenata in condizione di scarsa aderenza, su un misto stretto impegnativo e non solo: il percorso GT..facendolo si impara ad usare l'ABS in maniera corretta assieme alla direzionalità dell'autovettura impiegata nei test: una Giulietta che ha saputo stupire in molti per le sue prestazioni.


Giusto per "dare una mano" - o render più' pepata la storia, un tratto di questo percorso era pure abbondantemente irrigato d'acqua. Si sono sentite delle belle "pestate" in 2a piena, sfruttando la possibilità di uscire bene dalle curve: tutto quello che dava il freno giu',in maniera molto decisa, con delle decelerazioni molto impegnative. In caso di emergenza la Giulietta veramente ha una direzionalità strabiliante ed in questo caso l'accoppiata con gli pneumatici Pirelli è davvero entuasiasmante!


Finita anche questa fase, gli allievi, tramite un bus-navetta sono stati trasportati in un altro punto del tracciato, nel suo punto più' estremo, nel mezzo di un piazzale irrigato d'acqua artificialmente: tramite l'ausilio di una serie di birilli posizionati ad hoc, lo scopo dell'esercizio consisteva nel simulare l'evitare un ostacolo ad alta velocità ed una volta schivato, immettersi lateralmente ad esso. Il tutto senza tirar giu' i birilli...quindi con la massima precisione possibile.



Terminata anche questa serie di esercizi, gli allievi sono rientrati per un'ultima lunga sessione di giri in pista, dove ad attenderli c'erano si le Giulietta e le MiTo declinate nella versione Quadrifoglio Verde ma anche due meravigliose 4C..


Questa fase prevedeva anche la verifica della telemetria rilevata a confronto con quella "ideale" dell'istruttore: lo scopo dell'esercizio era quello di "sbagliare" meno possibile, in maniera tale da riuscire ad avvicinarsi - quanto possibile - alla curva ideale. Ovviamente questa fase rappresentava un'ideale "summa" di quanto appreso durante la giornata. Tutti hanno avuto la possibilità di girare in pista su tutte le Alfa Romeo a disposizione: quindi sia MiTo, che Giulietta che entrambe le due Alfa Romeo 4C..


Alla fine, tutti nuovamente nella sala teoria dove,oltre i piacevoli saluti di commiato, si è svolta anche una piccola premiazione per gli allievi più' meritevoli della giornata, quelli che hanno saputo far meglio tesoro dei preziosi insegnamenti degli istruttori, concretizzandosi in tempi significativi.


Ringraziamo tutti, dal primo all'ultimo, senza escludere nessuno, i membri dello Staff del CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA checi hanno saputo regalare una giornata stupenda: da Gordon de Adamich, passando per le hostess, arrivando ai validissimi istruttori ed il personale del ristorante.


Ringraziamo Alfa Romeo Mercato Italia per aver organizzato questa splendida opportunità per gli appassionati: sicuramente apprezzatissima e molto gradita da tutti i partecipanti oggi selezionati e presenti in pista per questa meravigliosa manifestazione: sicuramente è stato percepito l'alto valore tecnico di quanto appreso ma non solo..un segno della vicinanza della Casa al mondo di noi Appassionati per trasmetterne ancora più fedelmente le peculiarità tecniche in questo delicato momento di transizione che vedrà quest'anno la Riapertura del Museo Storico e la presentazione dell'erede della nuova berlina Alfa Romeo, capostipite di una nuova specie all'assalto dei brand premium teutonici.


Una giornata meravigliosa, che abbiamo potuto condividere con altrettanti appassionati che conosciamo di altri Club del Marchio (Alfaroma, Club Alfa Veneto -ndr) coi quali siamo in ottimi rapporti di Amicizia e comunanza d'intenti: un piacere rivederli,come sempre.
Fa piacere ritrovarsi in sintonia e vedere che la propria visione comune del come vivere la Passione Alfa Romeo viene riconosciuta nel concreto.

LINK FOTOALBUM - CLICCATE QUI -



LINK FOTOALBUM " LE SPECIALI " - CLICCATE QUI -


VIDEO CANALE YOUTUBE - CLICCATE QUI -


Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required