01 novembre 2008

CISG - Corso di Guida Sportiva n. 10 -

Eccoci al decimo appuntamento col simpaticissimo Gordon de Adamich e si parla di curve di coppia...




Lezione n° 10

Traiettorie e progressioni

Decima puntata del Corso di Guida Sportiva di Gordon de Adamich, responsabile del CIGS.

Nel corso di guida sicura abbiamo già avuto modo di parlare delle traiettorie. Quelle che si percorrono in pista sono esattamente le stesse: ingresso ritardato, punto di corda e uscita ad allargare. Se nomalmente dobbiamo adattarci alla situazione stradale, in pista possiamo sfruttare ogni centimetro a disposizione, addirittura spingendoci fin sulle linee bianche che delimitano il circuito in fase d’ingresso o sfruttando i cordoli di contenimento esterni in uscita. Più riusciamo ad “allargare” la pista, più andiamo forte.
La fase di frenata e scalata dev’essere fatta in rettilineo, ma l’inserimento in curva va ritardato rispetto a un’ideale traiettoria geometrica disegnata con il compasso. Questo perché qualunque auto - Formula 1 inclusa - impiega minor tempo a decelerare che ad accelerare fino alla stessa velocità! Quindi, per andare forte non è importante guadagnare in frenata, ma in uscita di curva, dove l’auto fa un po’ più fatica.
Per riassumere, il concetto base è: più una curva è lenta, più la si deve ritardare in modo da avere l’auto a ruote dritte, pronta per l’accelerazione il prima possibile. Ovviamente il pilota migliore sarà quello che riuscirà a ottimizzare tutte le fasi della traiettoria.




Il video è disponibile al link diretto sul nostro canale YouTUBE : http://it.youtube.com/watch?v=3gfi0s3qMCk

Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required