15 settembre 2008

MiTo Days - 13 14 Settembre 2008

Ogni qualvolta Alfa Romeo ha presentato un nuovo modello,ha sempre saputo farlo in grande stile:spesso pero' scelte del marketing sono state,anche in maniera errata ed arrogante, aspramente criticate a priori dai media.Questa volta pero' mai abbiamo visto,non solo da parte di Alfa Romeo ma anche da altre case automobilistiche una cosi' maniacale cura del dettaglio in ogni singola parte della campagna lancio della nuova nata:la MiTo.


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


La cornice che ci ha visto piacevolmente ospiti su entrambe le giornate di presentazione della MiTo sono state a cura del disponibilissimo staff della concessionaria Lucioli:sabato pomeriggio a Gorizia nella nuovissima sede,domenica pomeriggio invece a Trieste, nella sede storica di via Flavia.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -



Lo scenario di Gorizia è stato arricchito ed impreziosito da un'ospite d'eccezione:la splendida ed affascinate 8C Competizione,uno dei rarissimi e preziosi esemplari numerati messo a disposizione da un gentilissimo possesore di quel di Trieste,che ringraziamo sia per aver deliziato la vista ai presenti,soddisfando anche il loro udito con una partenza dove le valvole presenti sugli scarichi hanno suonato una sinfonia degna del miglior Bach..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


La presenza della 8C Competizione d'altronde non è un caso e permette di capire quanto gli stilemi del trilobo frontale della MiTo siano ripresi dalla Regina ad 8 cilindri:
tutta la l'armoniosa linea slanciata e muscolosa della MiTo ha tanto in comune con lei. E permettetecelo di dire:l'ultima nata Alfa Romeo in tutte le sue varianti di carrozzeria colore,abbinata agli optionals degli allestimenti esterni ed interni è splendida,accattivante. Se volessimo utilizzare un termine in chiave di moda "giovane" (fetta di mercato al quale comunque strizza moltissimo l'occhiolino..) oseremmo azzardare un inglesissimo termine come quello di "trendy"..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Le MiTo a disposizione in quel di Gorizia sono la versione 1.6 JTDM Diesel 120 CV e la sportivissima 1.4 da 155 CV Turbo Benzina.Le nostre mire sono cadute proprio su ques'ultima versione,curiosi soprattutto di vedere come se la cava lungo nel test drive che ci viene concesso,su fondi stradali di una Gorizia sferzata dalla pioggia.
Attendendo il nostro turno,siamo ottimamente intrattenuti sia da un rinfresco degno di nota che dalle spiegazioni sulle peculiarità tecniche dal nostro amico Maurizio,che proprio presta servizio presso la Lucioli:ci vengono illustrati gli optionals, gli abbinamenti possibili, il pregiato design della plancia e tantissime altre splendide indiscrezioni che ci incuriosiscono ancora di piu' nella breve attesa che ci separa dal provarla.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Arrivato il nostro momento,è proprio Maurizio che ci invita a prender posto a bordo,sedendosi inizialmente al posto di guida: ci illustra subito l'utile ed intelligentemente ben disposto display indicante lo status d'allacciamento delle cinture di sicurezza passando anche per la descrizione dell'accurato design e dislocazione dei principali strumenti nella palpebra antistante il volante. Detto presto si parte ed immediatamente ci fa sentire "a pelle" la differenza tra le diverse opzioni offerte dall'Alfa D.N.A.,inclusa la simulazione elettronica del Q2 e ci spiega la risposta del comportamento vettura in caso di caso di sotto o sovra sterzo. Selezionato l'opportuno settaggio,visto le condizioni del manto stradale stesso, si accinge a percorrere in totale sicurezza una rotonda, impressionandoci nel farci sentire quanta aderenza,trazione e stabilità possa dare ed offrire la MiTo:nemmeno un'inevitabile pozza d'acqua a bordo strada,e ricordiamoci delle generose dimensioni degli pneumatici, la scardina di un millimetro da quella che deve essere,e tale rimarrà,la sua traiettoria.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Un attimo di sosta per il dovuto cambio del posto di guida ed il Duca stesso si mette alla guida della MiTo:la partenza non è delle migliori.Mi scuso personalmente in quanto sono abituato alla durissima (ormai..) frizione del GTV,prossima da rifare ovviamente..ma comunque sia non è il mio miglior modo di presentarmi a questa creatura..Mi faccio perdonare saggiandone le doti di erogazione della coppia lungo un grandissimo arco di giri che sembra non finire mai e poi mai..

Maurizio ci spiega che questa favolosa sensazione,è dovuta anche all'accurato studio con cui la piccola turbina,sin da pochissimi giri motore, entra in funzione soffiando e dando quella sensazione di continuità e gradevolezza costante,tra l'altro ben segnalata dal display elettronico di bordo,collocato in mezzo agli strumenti principali dietro il volante. La mia personale apoteosi la raggiungo nel farle percorrere pochissimi Km/h in curva con il quinto rapporto inserito:robe da poter vender coppia che avanza al mercato e mi viene assicurato che la 6a marcia non è proprio intesa "da riposo"...eh si perchè si ha a disposizione un cambio a 6 marce..non ci sono le condizioni meteo e stradali per provarlo:ma non abbiamo nessun motivo per dubitarne.

Il giro è ormai finito e si è già rientrati alla concessionaria,quando dopo aver atteso il passaggio e la partenza della 8C Competizione,anche noi ci apprestiamo ad andarcene salutando Maurizio e ripromettendoci di passare a trovarlo il giorno dopo presso la sede triestina della Lucioli.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Cosa che avviene regolarmente e che vede protagonisti moltissimi di noi Alfisti: da Michele e Monica a Federico,al Duca , Duchessa e Giusy, ci ritroviamo alle 17.30 circa nel parcheggio antistante la concessionaria e tra una visita interna ai locali dell'azienda per ammirare le altre Alfa Romeo esposte,nell'attesa del nostro turno, compiliamo i moduli necessari per il Test Drive che vedrà impegnati Michele,Duchessa ed il Duca:ovviamente tutti e tre alle prese con la stessa versione,la 1.4 da 155 CV..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Il giudizio di Michele in merito ci arriverà domani in quanto per motivi di lavoro è dovuto immediatamente ripartire alla fine del giro del Test Drive...

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Dopo esser partiti a bordo assieme al gentile e disponibile Maurizio,possiamo provare anche sulle asciuttissime,e spazzate dalla bora,strade di Trieste, la MiTO,questa volta con il settaggio elettronico piu' adatto alle esigenze del caso. La professionalità ed esperienza di Maurizio nella guida,comprovate dalla partecipazione al Centro Internazionale Guida Sicura di cui puo' far giusto vanto, fanno emergere ancor piu' maggiormente le peculiarità della MiTo.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Salta subito all'occhio la praticamente assenza di rollio di questa vettura, grazie alla presenza delle particolarissime sospensioni anteriori con molle di rimbalzo associate ad uno schema McPherson,mentre al posteriore troviamo un ponte torcente con ruote semi indipendenti. Intelligentissima la soluzione,in simulazione di frenata d'emergenza,dell'accensione delle luci di direzione:ed i freni sono strepitosamente efficienti,ve lo possiamo assicurare.La simulazione effettuata da Maurizio in uno spiazzo aperto,in totale sicurezza,ci colpisce anche per quanta cura e ricerca dei dettagli sia presente in questa MiTo..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Duchessa non si trova proprio a suo agio,complice una mancata regolazione della corretta posizione di guida e la presenza del Maurizio nel rappresentare un severo giudice sulla guida del tester,non da poco.Complice l'emozione nel "portare" una vettura nuova di zecca (la responsabilità e sicurezza prima di tutto!) non le permettono di esser sciolta come avrebbe voluto ma rimane molto colpita ,ovviamente in positivo, dall'erogazione della potenza della MiTo e di come il muso si immette nella curva con una direzionalità precisa come una lama chirurgica.Giusy rimane molto colpita dalle prestazioni della vettura ed un'idea sulla prossima auto da acquistare le sta prendendo forma nella mente..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Tornati in concessionaria si riparte con a bordo Federico,Maurizio ed il Duca:questa volta Maurizio mi fa guidare sin da subito,permettendomi una retromarcia per uscire. Molto utile in quanto saggio in prima linea, l'ottima visibilità posteriore,spesso un cruccio per le Alfa Romeo ma la MiTo si difende alla grande,coadiuvata anche da due eccellenti specchietti retrovisori che fanno a dovere il loro lavoro.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Si parte,e questa volta mi ricordo il punto di stacco della frizione:non mi faccio cogliere in fallo una seconda volta.Anche se siamo in tre a bordo,la partenza è dolcissima,senza strappi e "ricca" di coppia e progressiva come sempre. Non assumo la miglior posizione di guida esistente:vengo accusato,al ritorno,anzi di esser degno della peggior postura da "bar sport" con tanto di canonica mano sul pomello della leva del cambio..pero' pero'..nonostante sia scorretta,riesco a percorrere benissimo e senza sbavature una curva secca e cercare l'affondo nei freni che il giorno prima non avevo potuto saggiare:mi impressiona e colpisce quanto poco basta premere per avere un effetto cosi' efficace. Ci dirigiamo verso una curva in discesa di raggio molto ampio,e la direzionalità dell'avantreno della MiTo mi sorprende come non mai in quanto non sbava e ne consto personalmente l'assenza di rollio e beccheggio sia in fase di ulteriore, finale, frenata che rapido cambio di direzione,per immettersi nella corsia di marcia. Colpito da questo positivo riscontro mi permetto di far salire un po' (ma non troppo!) di giri il generoso motore per sentire anche un piacevole "rumore" il che non guasta:il sound sportivo ad un Alfista piace molto e fa piacere che se ne siano ricordati gli ingenieri,in fase di costruzione..

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


I nostri Test Drive sono finiti ed è tempo di saluti:ci viene confermato che le visite presso la concessionaria Lucioli sono state tantissime nell'arco della giornata e la benzina ed il diesel versati nel serbatoio delle due MiTo parecchi,come controprova del fatto che in molti hanno voluto provare questa favolosa vettura che sicuramente andrà a scalare i vertici del mercato per il quale è stata concepita,realizzata e prodotta.

Da Alfa Romeo - MiTo Day -


Giusto il tempo per una foto di gruppo,per ricordare di come un evento similare possa diventare un'occasione di incontro,per rivedersi e scambiare quattro chiacchere non solo fra appassionati ma anche fra un gruppo di persone che sono diventati amici ed amano ritrovarsi assieme. Alfa Romeo,lo ricorderemo sempre,non è solo un Marchio ma è uno stile di vita che permette di esprimere la sportività ed uno stile unici: ringraziamo,come sempre, tutti coloro i quali oggi hanno presenziato,anche se per poche ore,a questo piacevole momento.

Due sono i ringraziamenti particolari che vorremmo fare,in chiusura di post.
Il primo va alla concessionaria Lucioli che ha saputo far fronte alla grandissima affluenza di pubblico presso la propria struttura,durante tutto l'arco della giornata:il personale e lo staff sono stati disponibilissimi e cordiali sia nel saper intrattenere i visitatori che soddisfare le loro richieste e curiosità.E ricordiamoci che l'evento si è tenuto di domenica:ci hanno messo a disposizione il loro tempo e noi li ringraziamo per questo.
Il secondo ringraziamento ovviamente va a Maurizio che ci ha veramente accolto e trattato benissimo, sopportando ,anche troppo, le nostre continue domande e richieste,dopo una durissima giornata di lavoro che lo ha visto protagonista!:-)



Link Foto Album completo : http://picasaweb.google.com/Duca076/AlfaRomeoMiToDay#

5 commenti :

Blackcloud ha detto...

Buona la recensione ;-)

in effetti, le specchiature vetrate posteriori, piuttosto (forse troppo) piccole per evidente scelta di stile, un po' sacrificano la visibilità di tre quarti. d'altronde, vetture ben più cittadine - come la opel corsa - han ben volentieri sacrificato qualche centinaio di gradi di visibilità posteriore e delle tre quarti posteriori in nome dello stile.

Duchessa ha detto...

Come alfista e come donna credo di dover dare un commento rosa, altrimenti quando si andrà a sfatare il luogo comune che l'alfista è solo maschio?!?!

Il feeling con la vettura, nonostante la mia errata posizione di guida è stata totale. Le cose che mi hanno colpito di più sono state la frizione morbidissima (si sente lo stacco solo quasi quasi per il fatto che la vettura si muove!!! :-D )e lo sterzo con una sensibilità e risposta di gran lunga superiori a quelli che avevo provato al tempo del test drive della 147.

L'abitacolo è molto avvolgente e dà quella sensazione di intimità con la vettura che ho provato solo col Gtv.

Il feeling con la strada è forse un po' falsato dall'intervento dell'elettronica (che oggi come oggi per i neo patentati è sicuramente una necessità) e la sensazione datami dalle sospensioni è molto diverso sia dal 146 che dal Gtv e mi hanno ricordato, per quanto tecnologicamente differenti, quelle del Gta di Luca - cosa molto strana vista la differenza anche di dimensioni del veicolo.

Come ultima cosa il motore. E' veramente una gran realtà: ho provato il 1.4 turbo ed mi ha veramente colpito come la sua prontezza si faceva sentire gia dai bassi regimi coadiuvato sicuramente da un cambio che faceva il suo dovere come un orologio svizzero con la morbidezza di uno yogurt muller alla panna!

Veramente bella ma sopratutto performante. Poi, come ultima cosa,il marketing: a mio avviso è azzeccatissimo e ho la ferma convinzione che essere ventenne ed essere alla moda significherà presto possedere una MiTo.

Corsarieger ha detto...

E brava duchessa, un post veramente ben scritto.

pneumatici ha detto...

Articolo molto interessante e molto approfondito

Duca076 ha detto...

Grazie "Pneumatici"!!:-) Passa a trovarci anche nel ns forum qui:

http://stilealfaromeo.forumfree.it/

dove potrai trovare gli articoli del sito sviluppati come post/topic in maniera piu' articolata!

Un salutissimo!

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required