19 luglio 2008

Seduta OMOLOGAZIONE RIAR di San Donà di Piave - 19 luglio 2008

Come già preannunciato,dei membri del nostro gruppo di Alfisti,si sarebbero presentati alla seduta di omologazione di oggi,19 luglio,tenutasi nella sede dell'Officina F.lli Fontana a San Donà di Piave.


All'appello,stamattina alle 08.30 presso l'area di servizio autostradale di Fratta, una scelta logisticamente azzeccata per tutti noi,c'erano un 146ti,un 156 GTA e un 164 V6TB.Purtroppo per cause di forza maggiore non è stato possibile inserire nella lista odierna degli aspiranti omologati RIAR ben due GTV V6TB ed un 147 GTA,per motivi lavorativi di entrambi i loro proprietari ai quali mandiamo un fortissimo saluto.

Una volta arrivati a San Donà di Piave,immediatamente troviamo la sede dell'Officina F.lli Fontana, il cui titolare,il sig. Fontana ci accoglie calorosamente e cordialmente ci invita ad entrare dal retro,nella zona adibita alla grande occasione.



Appena entrati notiamo immediatamente che presenti all'appello ci sono dei veri e propri cavalli di razza,in attesa della visita ispettiva,da parte della Commissione Tecnica del Riar:quest'ultima composta da elementi molto preparati sia a livello storico che a livello tecnico nell'identificazione delle vetture,che per tutto il corso della mattinata,verranno sottoposte al loro giudizio.Alcune delle vetture presenti in questa zona,fanno parte della sopracitata collezione del sig.Fontana,tra l'altro.



Il nostro gruppo è arrivato sufficientemente presto sia per esser esaminato,sia per ricevere una graditissima sorpresa da parte del sig. Fontana stesso che ci invita a visionare ,al piano superiore, la sua collezione di veicoli privata (alla quale vi caldamente rinviamo al link del post dedicato vista l'estrema importanza dell'argomento trattato ed al link del foto album,anche in fondo a questa pagina - ndr).



Il primo ad esser esaminato è il 164 V6TB che pero',presenta degli elementi aggiunti e delle imperfezioni che,al momento,ne pregiudicano l'omologazione:i disponibilissimi membri della commissione pero' suggeriscono al suo proprietario sia i passi che le modalità da svolgere per ovviare a questa situazione e centrare il bersaglio quanto prima possibile. E' da precisare che la storia di questa vettura è del tutto particolare sin dalla sua nascita: non ne diciamo oltre in quanto la pratica continuerà il suo iter grazie anche all'ausilio del materiale fotografico recuperabile e a supporto della bizzarra carriera di questo 164 stesso.



La seconda del nostro gruppo ad esser esaminata è la 156GTA di Luca:verificato dopo attenta analisi che tutte le parti della vettura sono originali,si procede al controllo dei dati numerici di telaio,blocco motore e quant'altro sia numericamente quantificabile ed utile all'identificazione,presente e futura,del modello in questione. Altro controllo dettagliato dell'insieme della vettura ed arriva la prima delle OMOLOGAZIONI RIAR per il nostro gruppo,una stupenda soddisfazione personale sia per Luca che per tutti noi.



Giusto un attimo per congraturlarsi proprio con Luca, che gli sguardi degli esaminatori della Commissione Tecnica incrociano il 146ti:li colpiscono l'effettiva pulizia di tutte le parti interne ed esterne.Ma il colpo di classe che provoca un "tuffo" al cuore è l'apertura del cofano,che permette la visione del vano motore perfettamente pulito e trattato.





Rigoroso controllo e verifica del combaciare dei dati forniti e dopo la raccomandazione di far pervenire un campione colore e tessuto tappezzeria,la vettura riceve lo status di omologazione con esito favorevole che tanto attendevamo,sin da quando,dall'oramai lontano febbraio 2008,l'abbiamo acquistata:ovviamente ora bisognerà contattare la Segreteria per espletare tutte le dovute e rigorose pratiche inerenti.

Nel mentre che le nostre vetture venivano sottoposte all'esame,presso la sede ,erano arrivate tantissime altre Alfa Romeo aspiranti pretendenti all'esito positivo del processo di omologazione,tra cui in special modo salutiamo BigBoss80 (ed invitiamo a leggere le sue impressioni sulla mattinata a questo link - ndr)

Le impressioni oggettive di questa giornata?Molte,moltissime,speriamo di riuscire ad elencarle tutte.

Sicuramente i membri della Commissione Tecnica sono esperti competenti in materia ma oltre esser "de facto" degli "esaminatori",ci piace ricordare che sono anche degli esseri umani e come tali animati da passione,peraltro molto grande.
Passione che creava un profondo feeling di sintonia quando da entrambe le parti (esaminanti ed esaminati) emergeva in maniera visibile e tangibile: molto spesso si sentono leggende metropolitane della Rete,dove la Commissione Riar viene descritta con toni degni della peggior intransigenza e imparzialità.

Possiamo garantire che non è affatto cosi':nel nome dello spirito a cui fa capo il Riar,e di tutto l'insieme delle regole a cui,necessariamente devono ubbidire e far rispettare,si sono rivelati delle persone prima di tutto cordiali,appassionate nello svolgere con dovizia il propio compito (suggerendo spesso rimedi e soluzioni a cio' che di primo acchito sembrava impossibile da risolvere9. Ma soprattutto persone dotate del cosiddetto buon senso.

Effettivamente,a dire il vero,facciamo solo un piccola osservazione con il punto di domanda,e col beneficio del dubbio:sulle nostre tre vetture,due hanno tagliato il traguardo ed una no.La 164 V6TB che non ce l'ha fatta non è stata bocciata irrimediabilmente:è stata "rimandata" immediatamente, dopo i controlli iniziali del caso per una non conformità effettivamente riscontrabile nell'allestimento (è già stata trovata una soluzione per ovviare alla cosa,come si diceva pocanzi).E sotto sotto,lo sapevamo:il presenziare oggi alla Seduta,era proprio per capire dove e come,cosi' come è stato,poter intervenire con efficacia.

Ma l'appunto non è affatto questo:quanto che ci aspettavamo da profani,dopo i controlli iniziali di "routine" tutta una serie di altrettanti controlli inerenti magari anche le parti soggette ad usura e/o ricambi delle vetture per attestarne,ancora piu' inequivocabilmente l'originalità:ad esempio nel concreto, avendo noi personalmente fatto eseguire la distribuzione completa da pochissimo (2 mesi),unitamente ad un tagliando completo, ci siamo preoccupati ed accertati,che fossero stati impiegati ed installati solo che ricambi originali al 100% proprio in quanto sapevamo che ci attendeva il 19 luglio il potenziale ingresso al RIAR.
Molto probabilmente,non siamo stati soggetti di tale controllo in quanto è stata notata non solo la nostra buona fede ma anche che avevamo in bella vista una cartellina contenente tutte le fatture,ricevute e certificazioni vari inerenti ,proprio per poter giustamente esibirle ed agevolare il lavoro della Commissione Tecnica stessa.

Dal nostro punto di vista personale,abbiamo vissuto l'ultima settimana,prima della seduta,con un evidente stato di ansia da pre-esame (per noi era veramente importante ottenere questo riconoscimento),ipotizzando tutti i generi di controlli possibili ed immaginabili:forse, abbiamo lavorato troppo di fantasia sulla base di false leggende metropolitane che scorrono,purtroppo, in Rete.

Dobbiamo anche dire che tutta una serie di lunghi controlli hanno effettivamente interessato delle Alfa Romeo presenti molto anziane:controlli eseguiti con precisione chirurgica e certosina:quindi la nostra è solo un'impressione personale sulle nostre vetture.
Pero' è da riconoscere che,al di là della nostra mera impressione soggettiva, tutto è stato controllato e riscontrato (dalla batteria originale,ad altri ricambi utilizzati,ai tagliandi presso officina autorizzata Alfa Romeo).

E' da aggiungere anche che la comprensione dei membri della Commissione Tecnica su moduli non compilati interamente (come dice anche BigBoss 80 nel sul post su ClubAlfa aiutiamoli in questo,cosi' rendiamo il tutto piu' snello e veloce,agevolando una parte burocratica del loro lavoro):una grossissima fetta dei loro compiti,oltre che constatarne l'autenticità originale delle vetture è la relativa catalogazione in sede di Archivio Riar.Un compito non da poco dove la precisione la fa da padrona.

Cogliamo l'occasione per salutare e ringraziare tutta una serie di persone che abbiamo avuto il piacere di incontrare oggi:dalla simpaticissima presenza del sig. Fontana,ai membri della Commissione Tecnica del Riar ai quali mandiamo un fortissimo saluto e a BigBoss80,tanto inaspettatamente quanto piacevolmente incontrato .

Info Sede Omologazione:

Fontana Fratelli S.n.c. Concessionaria Alfa Romeo
30027 San Piave (VE) - Via Vizzotto, 99

* Tel:
* 0421 42215



Link PDF Officina F.lli Fontana : qui

Link foto Album RIAR - SESSIONE OMOLOGAZIONE - : http://picasaweb.google.com/Duca076/RIARSESSIONEOMOLOGAZIONE

ThumbNail:

RIAR - SESSIONE OMOLOGAZIONE -


Link foto Album RIAR - Collezione sig. Fontana : http://picasaweb.google.com/Duca076/RIARCollezioneSigFontana

ThumbNail:

RIAR - Collezione sig. Fontana -


Link foto Album RIAR - 146 ti - Preparazione SESSIONE OMOLOGAZIONE - : http://picasaweb.google.com/Duca076/RIAR146TiPreparazioneSESSIONEOMOLOGAZIONE

ThumbNail:

RIAR - 146 ti - Preparazione SESSIONE OMOLOGAZIONE -

2 commenti :

Anonimo ha detto...

Mr Fontana,
I am the current owner of a F12 since several years that used to be the service van of the Fontana workshop; I put it in conservation and it is still in original condition with the original paint and publicity of your workshop at S. Dona di Piave
I can send you photos. If you are interested to buy it back from me, or if you have an other interesting proposition just let me know.
I do not speak Italian, sorry.
Please reply in English.
Sinceri saluti,
Kind regards,
KS

Leonardo Fontana ha detto...

Hi is the f12 van still in your possession?
Thanks
Leo

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required