15 settembre 2015

Come "funziona" la famosa Commissione Tecnica del Registro Italiano Alfa Romeo International Club

La Commissione Tecnica del RIAR è un organismo creato dal Consiglio Direttivo del RIAR, formalizzata nel suo Statuto fin dagli anni '60 e formata da noti appassionati e studiosi del Marchio Alfa Romeo e non solo, che hanno a loro volta creato negli anni una scuola di studio e di pensiero tesa ad approfondire in ogni suo aspetto la conoscenza della storia dell'Alfa, sin dalla sua nascita e fino ai nostri giorni.

Gli esperti che si sono via via succeduti nel tempo possono oggi vantare una competenza non comune maturata, nel corso di oltre 50 anni, non solo con una presenza costante nella vita dell'Associazione ma con il contatto diretto, nel corso appunto degli anni, con tutti coloro che furono " gli Uomini dell'Alfa " che ci hanno trasmesso le loro conoscenze e le loro esperienze. Una preziosa tradizione dell'Alfa, fatta appunto di conoscenza, esperienza, continuità costante, che solo una struttura come il RIAR può mantener viva e costantemente alimentare.


Grazie alla disponibilità di molti Soci e Amici, in Italia e all'estero,
che hanno potuto acquisire moltissimi documenti di grande valore storico anche antecedenti il II° conflitto mondiale che, nel 1943, ha causato la distruzione degli stabilimenti Alfa Romeo al Portello di Milano e quindi dei suoi archivi, oggi il RIAR può utilizzare i loro preziosi archivi ricchi di documenti, progetti, disegni, fotografie, filmati, memorie, relazioni, rapporti, corrispondenze che risalgono fino ai primi anni del 1900.


La Commissione Tecnica RIAR, i cui membri sono spesso anche Periti di Tribunali e le loro consulenze vengono sovente richieste dalle più note case d'asta internazionali, offre i suoi servigi ai Soci e a tutti gli appassionati del marchio Alfa Romeo non solo per esaminare, valutare e certificare le vetture Alfa di cessata produzione ma anche per suggerire interventi o eventuali restauri guidando coloro che ne fanno richiesta verso le soluzioni più opportune ed idonee nel rispetto assoluto delle " specifiche d'origine " del modello.

Infatti per certificare ed omologare come originale, corretta ed autentica ogni vettura storica Alfa Romeo o di cessata produzione, la Commissione Tecnica RIAR si attiene ad un Regolamento molto semplice e sintetico : " la vettura deve avere una perfetta rispondenza alle specifiche d'origine " ; questo per salvaguardare la storia del Marchio e porre anche un freno netto a restauri anomali o fantasiosi e all'introduzione di modifiche tecniche o estetiche mai neppure pensate dai progettisti.

La Commissione Tecnica RIAR ha predisposto una serie di documenti, oggi molto richiesti, che certificano lo stato e l'originalità della vettura. In particolare il Certificato di Omologazione e il Certificato di Autenticità, controfirmati dal Presidente del RIAR stesso e dal Presidente della Commissione Tecnica, sono dei documenti importantissimi che descrivono la storia e lo stato della vettura, ne sanciscono la esatta storicità ed originalità e naturalmente ne esaltano il valore; in senso assoluto.

Ogni anno vengono organizzate, in Italia e all'estero, alcune sedute di omologazione, annunciate sul sito www.riar.it , in cui vengono esaminate vetture di cessata produzione Alfa Romeo di collezionisti e semplici appassionati che desiderano far verificare, autenticare e certificare la loro vettura

Nessun commento :

AdSense

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DEL SITO







Subscribe to our mailing list


* indicates required